Ultim'Ora

Polignano a mare (Ba). Prosegue la  19ª edizione de «Il libro possibile» al tempo del Coronavirus

Immagine del Festival (foto M.C.) ndr.

di Maria Caravella 

BARI, 11 LUG. - Nonostante le limitazioni dovute alla pandemia, anche quest'anno si è dato avvio, questa volta,  non  nei vicoli del centro storico  di Polignano a mare, alla XIX edizione del festival “Il Libro Possibile”, Ormai un appuntamento tradizionale per l’estate polignanese, con ospiti cantanti, attori, giornalisti, politici, tutti comunque, per l'occasione in veste di scrittori e autori di libri, tranne qualche politico che pur di mettersi in bella vista ha utilizzato questa veste camaleontica. Quest'anno per contrastare la diffusione del coronavirus si è chiesto all'utenza di adottare tutte le misure nel rispetto delle normative vigenti.

È obbligatorio l'utilizzo da parte degli spettatori di mascherina o altri sistemi di protezione delle vie aeree anche in stoffa fino al momento del raggiungimento del posto e comunque ogni qualvolta si è lontani dallo stesso, incluso il momento del deflusso. Sono esclusi da tale obbligo bambini di età inferiore a 7 anni, i soggetti con disabilità non compatibili con l'uso continuativo della mascherina e soggetti che interagiscono con i predetti. Ovviamente mantenere il  distanziamento minimo tra uno spettatore e  l'altro  di almeno un  metro  ad eccezione dei nuclei familiari conviventi che possono sedere accanto, purtroppo non sempre si è potuto realizzare nonostante l'intervento del servizio d'ordine. Quest'anno acquistare il proprio posto al festival del libro possibile ha il costo di 3 euro a persona al giorno e si può accedere al lungomare Tenente Colombo oppure  al porto turistico Cala Ponte Marina dove  il ticket  consente di poter accedere sia alla Banchina Pirelli Cinturato che alla banchina Puglia365. Per la terrazza dei tuffi invece non è prevista prenotazione ma libero accesso fino ad esaurimento dei posti. L'acquisto del biglietto non prevede la preassegnazione del posto che viene dato secondo l'ordine di arrivo.  

È inutile dire che rispetto agli  anni passati  il target è un po' cambiato, perché  se uno non ha veramente interesse per i libri è un po'  difficile che frequenti la manifestazione. Tutto ciò vanifica un po' gli intenti originari de "Il libro possibile  e cioè quelli di attrarre il passante, l'uomo della strada poco incline alla lettura.  La rassegna, però nonostante le limitazioni  ha  previsto anche per  quest'anno quattro serate (dal all’8 all'11 luglio 2020) in cui presentazioni, lectio magistralis e dibattiti stanno animando delle location più ampie e tutte sul mare. piazze della suggestiva Polignano a mare meno conosciute (lungomare Colombo,  il porto turistico e la terrazza dei tuffi).  Nella prima serata protagonista incontrastato è stato il maestrale che  come tutti sanno, quando a Polignano soffia non risparmia nessuno.La seconda serata, più tranquilla ha permesso ai partecipanti di non dover indossare giacconi invernali e apprezzare di più i palcoscenici sul mare. Calato il maestrale, nella terza serata con  la temperatura mitigata, finalmente dopo il gran caldo della giornata ci si è potuti godere la splendide serate sul mare. 

Compatibilmente con le limitazioni dovute alla situazione, pochi sono stati gli ospiti internazionali e alcuni interventi sono stati per necessità virtù, realizzate in remoto. Per l'occasione sono stati rivalutati i talenti nostrani come ad esempio Toti e Tata e le voci degli inossidabili Niccolò Fabi, Edoardo Bennato e gli interventi mai consueti di Vergassola. Come ribadito da Rosella Santoro, direttore artistico, Tema cardine della rassegna è sempre   l’uomo che attraverso la conoscenza, la scienza, la cultura tende al superamento dei limiti di natura biologica, ideologica e geografica.  Molto probabilmente quella di stasera,  la serata conclusiva della manifestazione,  porterà a Polignano a mare  un maggior numero di partecipanti, anche perché è sabato sera. Un programma con numerosi protagonisti: sul lungomare Colombo  è prevista la presenza di Moni Ovadia e Dario Vergassola, di Luciano Canfora, David Leavitt, Ilaria Capua, Beppe Severgnini, Luca Bianchini con il suo ultimo libro che parla di Polignano, intitolato proprio "Baci da Polignano" ed infine Marco Travaglio.

Al porto turistico banchina Pirelli Cinturato sarà presentato invece il libro di Lucilla Crudele Loreto Gesualdo Franco Introna Cristian Mantuano e Giovanni Migliore "Io resto in corsia" presentato da Francesca Russi, sarà presente poi Walter Veltroni, Pierluigi De Palma con l'intervento di Rocco Papaleo, Luca Telese e Georgette Polizzi, Sara Loffredi e Marco Lillo e Giulia Salemi. Sempre al porto turistico alla banchina Puglia365 presenteranno le loro opere Onofrio Pagone, Paolo Borrometi, Ema Stoccolma, Luca Ricci, Patty L'abbate, Fabiano Amati e Nicola Laforgia. Alla terrazza dei tuffi ci saranno invece Angela Sara Ciafardoni, gli studenti della scuola media a cura dell'associazione culturale Ombre, Pierfrancesco Di Masi, Francesco Maria Bovenzi, Paolo Giacovelli e Chiara Pepe, Jean Paul Stanisci, Mario Pennelli e Nick Difino, Mara Battista e Marina Saponari e Nicky Persico.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento