Ultim'Ora

I biancorossi molfettesi si aggiudicano il primo turno di Coppa Puglia solo dopo i calci di rigore

Fesca Bari – Borgorosso Molfetta (foto Alessandro Alegretti - Asd Fesca) ndr.

di Beppe Magrone
 
BARI, 29 SET. -  Un caldo e settembrino sole di Bari che bacia il sintetico del Capocasale nel quartiere San Girolamo, la musica e la voce dello speaker radiofonico Enrico Pisticci che fanno da cornice ad una gara che sulla carta sembrerebbe segnata di andata: tutto questo è Fesca Bari – Borgorosso Molfetta gara di ritorno del primo tutto di Coppa Puglia (andata finita 2-0 per i molfettesi).
In palio il passaggio al secondo turno della coppa Puglia di categoria. Appena entrati nell’impianto barese, si avverte con quanta minuziosità il presidente Mino Zapparelli abbia organizzato i “suoi uomini” affinchè tutto sia perfetto. Dalla sicurezza, al service fino al servizio streaming per permettere a simpatizzanti e tifosi delle due squadre di vedere la partita disputata a porte chiuse.
Gli uomini di mister Fanelli partono con lo svantaggio della partita di andata vinta dal Borgorosso per due reti  a zero. Nel calcio nulla è scontato e dopo il goal segnato da Polimuro su uno splendido calcio di punizione, il Fesca ha creduto ed ottenuto il pari con la realizzazione di Patruno che azzera lo svantaggio della gara di andata.
I padroni di casa con il suo presidente Zapparelli recriminano un goal annullato dal direttore di gara per un presunto fuorigioco. Le immagini della diretta streaming confermano la regolarità del goal.
Come da regolamento si va ai calci di rigore che vedono i padroni di casa sprecare troppo e lasciare al primo turno la competizione della Coppa Puglia di promozione.
A termine della gara il direttore area tecnica Gianni De Bellis e mister Fanelli hanno rilasciato al canale ufficiale della squadra, con il contributo del Team Manager Mario Siletti,  il loro commento a caldo: “sul piano agonistico abbiamo fatto la stessa prestazione dell’andata, dove non avevamo demeritato rispetto agli avversari, tecnicamente siamo cresciuti tantissimo con l’innesto di elementi di categoria superiore.  Il risultato dei novanta minuti, continua De Bellis, dà una linfa al morale della squadra e la consapevolezza che potremo giocarcela anche in Promozione, categoria che per i ragazzi fino ad ora era sconosciuta”.
Mister Fanelli contento della prestazione, commenta cosi la gara: “Ho chiesto ai ragazzi di rispondere in campo con i fatti a chi non credeva alla possibilità di ribaltare il risultato. Sul piano tecnico abbiamo fatto molto meglio rispetto al match di andata, gestendo meglio la gara. Tatticamente abbiamo tenuto bene il campo rendendoci in diverse situazioni. Sono contento perché vedo che i ragazzi mi stanno seguendo. Dobbiamo continuare a lavorare e migliorare.
Domenica parte il campionato di promozione e con una trasferta impegnativa per nero gialli che dovrebbero affronteranno in trasferta il Football Acquaviva. Il condizionale è d’obbligo dato che il derby di Acquaviva di Coppa non si è disputato perché un giocatore è risultato positivo al Covid.




lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento