Ultim'Ora

Calcio. Tra Foggia e Monopolli un bel derby vinto dai Satanelli



Alessio Curcio autore di una doppietta (foto web) ndr

di Mario Schena 

Foggia 13 dic. - Al “Vito Veneziani” di Monopoli di fronte Peppino Scienza ex rossonero e Marchionni. Il derby è finito tre a due per il Foggia che allunga la striscia positiva e continua ad assumere sempre più i connotati di squadra rivelazione. Biancoverdi in astinenza di vittorie, sconfitti negli ultimi due incontri; i “Satanelli” avevano invece all’attivo una serie di quattro risultati utili consecutivi, che ha avuto inizio dopo la sconfitta maturata nel recupero della terza giornata contro il Teramo. Come con il Palermo tra i convocati per il match non c’è Federico Gentile, mentre sono assenti per infortunio Di Stasio, Agostinone, Ndiaye e Spadoni. Il Foggia si è schierato con l’identica formazione che ha battuto sette giorni fa allo Zaccheria i siciliani di Biscaglia schierando Fumagalli in porta, Anelli, Gavazzi e Del Prete in difesa, centrocampo con Di Jenno sulla fascia sinistra, kalombo dalla parte opposta e Salvi, Vitale e Rocca in mezzo al campo, punte D’Andrea e Curcio. Ha diretto Francesco Carrione della sezione A.I.A. di Castellammare di Stabia, assistito da Luca Feraboli di Brescia e Alessandro Maninetti di Rovere, quarto ufficiale di gara, il sig. Gino Garofalo di Torre del Greco. 

Primo tempo – si parte a gran ritmo ed il Foggia trova il gol dopo soli cinque minuti con una punizione calciata da Curcio con la sfera che batte sul terreno davanti a Menegatti e con la collaborazione dell’estremo difensore biancoverde, lo scavalca. Il Monopoli si riorganizza e comincia a guadagnare campo a centrocampo e trova il pareggio al quattordicesimo con un calcio di rigore procurato da Paolucci che viene sgambettato in area da Curcio. Dal dischetto trasforma Mercadante. Il Foggia riprova a passare in vantaggio e sfiora la rete con Curcio che non trova sotto porta la deviazione di testa su un cross dalla linea di fondo da kalombo. La partita è decisamente combattuta e i padroni di casa trovano il vantaggio ribaltando il risultato con Samele che, al minuto ventuno, trova la zampata sotto porta su cross dalla destra di Starita. Il Foggia si riorganizza e cerca il pari che arriva al quarantaduesimo con Kalombo trattenuto in area da Zampataro. Dal dischetto va Curcio che non perdona siglando la sua personale doppietta. Ad un minuto dal quarantacinquesimo Fumagalli salva la sua porta parando un colpo di testa ravvicinato di Vassallo su calcio piazzato battuto da Lombardo dalla tre quarti destra. Un minuto di recupero e tutti negli spogliatoi. 

Secondo tempo – La ripresa si gioca a ritmi molto più pacati dei primi quarantacinque minuti. Un solo tiro da annotare, quello di kalombo al cinquantesimo che termina lontano dai pali del portiere biancoverde. Non accade nulla per molto tempo e sui taccuini dei cronisti va annotato solo il calcio di punizione battuto da Lombardo da oltre venti metri da posizione centrale che va fuori. Al settantasettesimo clamoroso errore di Pozzer che di piedi manca la sfera che termina di pochi centimetri dal palo alla sua sinistra. Il Monopoli ha speso tanto, è stanco e si vede. Lascia giocare il Foggia che non perdona all’ottantesimo con Garofalo bravissimo a deviare sottoporta un cross preciso di Di Jenno dalla fascia sinistra. Cinque i minuti allo scadere dei quali Fumagalli blocca sulla linea un pallone che gli è pericolosamente rimbalzato davanti dopo un tentativo di testa di Mercadante. Triplice fischio per il Foggia terza vittoria consecutiva e anche terza vittoria consecutiva in trasferta dopo quelle di Cava e Viterbo, Foggia quinto in classifica. Monopoli anche sfortunato ma che è decisamente calato alla distanza. Un bel derby che ha onorato il calcio. 


lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento