Ultim'Ora

Calcio: Foggia lunedì sera gara importante con la Juve Stabia

Roberto Felleca presidente del Foggia (foto web) indr

di Mario Schena

FOGGIA, 8 GEN. - Si riparte. Dopo la pausa festiva anche la Lega di serie C riparte. Il Foggia ha chiuso l’anno con un bottino di ventisette punti dovuto ad otto vittorie e tre pareggi. Terzo posto in condominio con Avellino, Teramo, Catanzaro e Catania. I rossoneri hanno terminato l’anno solare con la sonante vittoria per quattro a uno ottenuta a Pagani. I rossoneri, dopo un avvio balbettante con quattro sconfitte di fila che avevano dato il via ad una serie di contestazioni, sono ora una squadra quasi imperforabile, ben organizzata a centrocampo e cinica in attacco. Curcio è diventato il cannoniere principe con nove reti segnate, seguito da quel D’Andrea che dopo un avvio da cancellare ha raggiunto quota quattro reti segnate. L’obiettivo primario resta la salvezza e il vantaggio sulla “zona retrocessione” è di quattordici punti anche se il Bisceglie e la Casertana hanno da recuperare alcune gare e potrebbero, quindi, far salire la zona play out. Via Gentile. Sul fronte rafforzamento la Società sta cercando con oculatezza qualche nuovo arrivo. Soprattutto, vista la perdita del belga Naessens, su cercherà d rinforzare l’attacco. 

Sfumato l’arrivo di Mamadou Tounkara della Viterbese che doveva rientrare nel passaggio di Gentile alla squadra laziale, si è cercato di portare in rossonero Pietro Cianci con sedici presenze e dieci gol nel Potenza, ma la punta rossoblù non sembra decisa a spostarsi dal capoluogo lucano. Si sta cercando di portare in rossonero Vincenzo Plescia, attaccante ventiduenne dato in prestito dal Renate alla Vibonese con la quale ha realizzato sei reti in quindici partite, ma su lui ci sono anche altre numerose squadre di Serie C. Notizia dell’ultim’ora, possibile il passaggio dalla Salernitana al Foggia del portiere Guido Guerrieri su di lui ci sarebbero Juve Stabia, FoggiaViterbese. Sul piano societario ci sono movimenti sulla cessione del Fggia. Ci sarebbe una cordata milanese in trattativa con l'attuale dirigenza rossonera per rilevare il club. Figura principale della cordata è quella del cineasta Francesco Di Silvio, cinquantenne nato in Basilicata ma residente a Bologna. Con lui un partner francese sempre inserito nel mondo del cinema. Ci sarebbero anche due grossi imprenditori. Uno del nord Italia, l’altro pure con origini foggiane. Inoltre, nel gruppo, ci sarebbero anche manager legati ad una banca milanese ben radicata in quel territorio. Piccata la reazione della Pintus, altro socio proprietario del Foggia che, a suo dire, pur non avendo delegato alcuno a trattare la cessione delle sue quote risulta esclusa dall’eventuale trattativa. Chiudiamo con il prossimo impegno dei Foggia. 

Lunedì sera alle ventuno (diretta Rai su Sport), i rossoneri incontreranno la Juve Stabia allenati dal foggiano Pasquale Padalino. I campani sono noni in classifica con ventidue punti, a cinque lunghezze dal Foggia. Le “vespe” sono reduci dal buon pareggio di Catanzaro e fuori casa hanno finora perso una sola volta alla terza giornata al “Massimino” di Catania. hanno vinto una sola gara, a Vibo Valentia e hanno pareggiato tre volte su campi difficili come Avellino, Torre del Greco e, come già citato, a Catanzaro. Squadra mai facile da affrontare, soprattutto dopo una lunga sosta che presenta sempre delle incognite sullo stato di forma delle squadre.


lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento