Ultim'Ora

Calcio. Per il Foggia difficile trasferta ad Avellino



Gavazzi "centrale" della difesa del Foggia (foto web) ndr

di Mario Schena 

Foggia – 15 febbr. - Il Foggia va ad Avellino e si gioca di mercoledì sera alle 20.30. Nemmeno il tempo di leccarsi le ferite per il brusco stop patito contro il Catanzaro in casa che il calendario propone ai rossoneri un’altra gara da bollino rosso. Giusto per rinfrescarci la memoria il Foggia dopo ver incontrato il Catanzaro, quarto in classifica, se la vedrà con Avellino fuori casa, Ternana allo Zaccheria e Bari al san Nicola praticamente le prime quattro della classifica. Un gironcino degno dell’inferno dantesco dal quale il Foggia potrebbe venirne fuori senza prendere lo straccio di un punto, almeno sulla carta. Sulla carta, già, perché spesso la realtà smentisce anche il pronostico che appare più scontato. L’Avellino ha già castigato i rossoneri all’andata con un secco due a zero con reti di D’Angelo e Santaniello su rigore. Gli irpini, allenati dall’ex tecnico del Foggia Piero Braglia, sono secondi in classifica e faranno di tutto per tenersi stretta la seconda piazza della classifica che occupa con due punti di vantaggio sul Bari, impegnato nel non facile derby con il Monopoli. Pertanto i biancoverdi vorranno a tutti i costi la vittoria per consolidare la classifica, magari allungando il vantaggio, ma soprattutto per non perdere la posizione. Di fronte un Foggia, sesto in classifica con trentasei punti, ma con un nutrito gruppo di inseguitrici alle spalle che potrebbero approfittare delle tappe in salita dei rossoneri che oltretutto hanno un organico messo piuttosto male sul piano dell’efficienza fisica. Praticamente senza punte di ruolo e con Curcio, Rocca e Del Prete tenuti su con il nastro adesivo e lavoro differenziato per Anelli e D’Andrea, senza dimenticare Fumagalli perso per squalifica che in più di una occasione è stato determinante per salvare il risultato. Si spera per la trasferta in Campania di recuperare Dell’Agnello. Risultato scontato? Speriamo caldamente di no. Il Foggia ci ha abituato a delle reazioni sorprendenti

lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento