Ultim'Ora

Cronaca. Cerignola, arrestati due pregiudicati per furto aggravato e rapina. Prosegue in Capitanata l'attività di controllo a soggetti con precedenti

Arresto - immagine di repertorio (foto web) ndr.

di Redazione

CERIGNOLA (FG), 11 MAR- (Com. St.) - Agenti del Reparto Prevenzione Crimine di San Severo, nella mattinata di sabato 6 marzo, nel corso di un posto di controllo nel quartiere Torricelli di Cerignola, intimavano l’ALT ad un’autovettura, il cui conducente non arrestava la marcia. Poco dopo, vi era un’altra pattuglia dello stesso Reparto che, avendo notato che l’auto non si era fermata, intimava nuovamente l’ALT, ma il conducente continuava la sua corsa, eludendo anche l’intimazione di una terza pattuglia del medesimo Reparto.  Gli agenti si mettevano, quindi, all’inseguimento del fuggitivo che, in via Napoli, non rispettando il senso di marcia dell’incrocio, andava ad impattare violentemente contro un’autovettura proveniente dal centro cittadino. L’uomo alla guida dell’auto tentava la fuga che veniva bloccata sul nascere, ma all’atto del fermo questi continuava ad opporre una forte resistenza, procurando lesioni agli operanti. Nel corso della perquisizione dell’auto, si rinvenivano una mazza da baseball, grammi 0,70 di hashish, un cacciavite ed un coltello.

L’uomo, identificato per A.C., 28enne pregiudicato cerignolano, veniva tratto in arresto per resistenza e lesioni a PP.UU. , danneggiamento aggravato e possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere. In sede di udienza di convalida dell’arresto, ad A.C. veniva applicata la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Nella giornata di martedì 9 marzo, personale del Commissariato di P.S. di Cerignola ha tratto in arresto G.M., 39enne pregiudicato cerignolano, in esecuzione di ordine di carcerazione, dovendo lo stesso espiare la pena di anni tre e mesi 6 di reclusione per rapina, furto aggravato e lesioni in concorso, reati commessi in Ascoli Piceno e comuni limitrofi in data 4.05.2017.  

Nelle ultime settimane  gli Agenti dell’ Ufficio Misure di Prevenzione della Divisione Anticrimine della Questura di Foggia, hanno svolto un’approfondita analisi dei profili di alcuni personaggi pregiudicati di questa provincia, che hanno portato alla irrogazione da parte del Questore di diverse  misure di prevenzione, nei confronti soggetti noti alle Forze dell’Ordine, residenti nei Comuni di Foggia, San Severo, Torremaggiore, Serracapriola e Vieste, caratterizzati da una pericolosità sociale attuale e concreta, con a carico precedenti per rapina, furto, ricettazione e in materia di stupefacenti.

In particolare, per quanto riguarda i foggiani, si tratta di due soggetti che recentemente, sono stati sorpresi di notte, unitamente ad altri due complici,  dalla Polizia di Stato mentre stavano facendo un foro in una parete attigua a quella di una oreficeria per poterla svaligiare;

Per quanto riguarda i sanseveresi, si tratta di due ventenni di cui uno, nonostante la giovane età vanta già precedenti per rapina e furto;

Gli altri soggetti sono stati destinatari del provvedimento dell’avviso orale in seguito alla segnalazione del’Arma dei Carabinieri eseguita nei confronti di due ragazzi di Serracapriola denunciati per spaccio di stupefacenti  e di una persona di Torremaggiore resasi responsabile di atti persecutori e maltrattamenti.

Inoltre sono stati emessi tre Fogli di Via Obbligatori dal Comune di Rodi Garganico, su specifica segnalazione della Stazione dei Carabinieri del posto, nei confronti di tre soggetti con precedenti di polizia, stanziali nel comune di Peschici che nel mese di dicembre 2020 si sono resi responsabili del reato di furto aggravato di circa un quintale di limoni rubati da un fondo agricolo nel quale si erano introdotti mediante danneggiamento della recinzione.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento