Ultim'Ora

Toritto (Ba). Carabinieri sorprendono due coniugi con un carico di legna di dubbia provenienza. Denunciati [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

La legna sequestrata. (foto cc.) ndr.

di Redazione

BARI, 24 MAR. (COMUNICATO STAMPA) - Una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Modugno, in Toritto sulla SP228 ha intercettato un autocarro con a bordo un uomo e una donna che alla vista dei militari non hanno nascosto il loro nervosismo, cosa che ha insospettito gli operanti che hanno deciso di procedere al controllo. Entrambi si sono rivelati vecchie conoscenze delle forze dell’ordine, oltre al fatto che l’uomo, pregiudicato, risultava essere alla guida della predetta autovettura senza essere in possesso della relativa patente che gli era stata revocata dal Prefetto di Bari nel lontano 2011. Ciò non pare averlo fermato, tant’è che in maniera del tutto disinibita conduceva l’auto in questione che risultava essere carica di legna appena tagliata, con tanto di motosega a bordo. Sia l’uomo che la donna asserivano di averla tagliata in un terreno di loro proprietà in agro di Palo del Colle e di star tornando a casa. Peccato però che il luogo dove erano stati fermati non risultava ricadere nel tragitto tra la loro abitazione e il terreno da loro indicato come quello dal quale provenisse la legna. I militari, volendo fugare ogni dubbio, accompagnavano i coniugi presso il loro terreno al fine di verificare la veridicità della versione fornita. Giunti sul posto, accertavano l’infondatezza della loro versione. A quel punto la legna, la motosega e l’autovettura venivano sottoposti a sequestro, i due denunciati per ricettazione in concorso, con l’uomo che in più dovrà rispondere di guida senza patente. 

La droga sequestrata. (foto cc.) ndr.

ALTAMURA (BA): MINORE ARRESTATO PER DETENZIONE AI FINI DI SPACCIO DI STUPEFACENTI E DENUNCIATO PER DETENZIONE ILLEGALE DI MATERIALE ESPLODENTE CLANDESTINO 

Non si fermano i servizi di controllo del territorio da parte dei militari della stazione carabinieri di Altamura e della Sezione Radiomobile volti a contrastare il traffico illecito delle sostanze stupefacenti e a far rispettare le norme per il contenimento del virus COVID-19. Ed è proprio in questo contesto che i militari controllavano ed identificavano alcuni giovani e fra questi C.V. di 17 anni, il quale era in giro per le vie del centro storico, incurante delle restrizioni imposte in tema di pandemia. All’atteggiamento sospetto mostrato dal giovane ragazzo, seguiva una perquisizione personale a suo carico che consentiva di rinvenire ben 12 dosi di marijuana, abilmente occultate all’interno dei pantaloni, più una somma di denaro contante di 135 euro, provento da attività illecita. Pertanto la perquisizione si estendeva presso la sua abitazione , la quale permetteva di rinvenire ulteriori 30 dosi e altri 25 grammi della medesima sostanza. Il malfattore veniva arrestato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e sottoposto al regime degli arresti domiciliari. Nell’abitazione veniva altresì rinvenuto un ordigno artigianale, c.d. “botto di capodanno”, di grosse dimensioni, confezionato in involucro di cartone pressato, di forma sferica, contenente polvere esplosiva, del peso di circa 0,400 kg. per il cui recupero e messa in sicurezza sono dovuti intervenire i Carabiniere artificieri del Comando Provinciale di Bari. Pertanto il C.V. veniva deferito in stato di libertà anche per detenzione illegale di materiale esplodente clandestino e sanzionato per infrazione alle prescrizioni anti Covid-19 vigenti. La droga per un peso complessivo di 78 grammi e l’ordigno artigianale venivano sottoposti a sequestro per la successiva confisca e distruzione. 

CC. di Gioia del Colle. (foto cc.) ndr.

GIOIA DEL COLLE (BA): SANZIONATI IN DODICI PER VIOLAZIONE ALLE MISURE DI CONTENIMENTO DEL COVID. CHIUSO PER 5 GIORNI UN BAR 

Nonostante il picco dei contagi registrato in questi giorni c’è ancora qualcuno che non rispetta le regole previste per chi risiede nella cosiddetta “zona rossa”. Numerose sono state le sanzioni elevate dai Carabinieri della Compagnia di Gioia del Colle a coloro che non rispettano i divieti vigenti. Così, nel Comune di Gioia del Colle una pattuglia della Sezione Radiomobile della Compagnia, nel corso di mirati servizi predisposti per la corretta applicazione delle misure di contenimento covid, ha notato numerose persone entrare e uscire da un locale all’interno dell’area di servizio di un distributore ubicato nell’immediata periferia. Attirati dall’andirivieni, i militari sono intervenuti accertando che all’interno del locale il gestore del bar somministrava bevande alcoliche a quattro clienti. Di conseguenza, gli avventori sono stati sanzionati per violazione del DPCM del 14 gennaio scorso per aver violato l’obbligo di mantenere una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro mentre il barista è stato sanzionato per la somministrazione di alcoolici all’interno del locale, con la sanzione accessoria della chiusura dell’attività commerciale per 5 giorni. Nel corso della serata sono stati fermati e sanzionati 3 giovani a Gioia del Colle e 5 giovani (tra cui un minorenne) ad Acquaviva delle Fonti, i primi sorpresi mentre girovagavano a bordo un autovettura per le vie di Gioia del Colle, gli altri mentre transitavano a piedi per una via del centro storico di Acquaviva. Nessuno ha addotto comprovati motivi per i quali era giustificata la necessità di uscire fuori dalla propria abitazione.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento