Ultim'Ora

Bari. Cinque denunce della Polizia di Stato nel fine settimana [CRONACA DELLA P.S. ALL'INTERNO]

Cinque denunce della Polizia a Bari. (foto P.S.) ndr.

di Redazione

BARI, 24 MAG. (COMUNICATO STAMPA) - Nello scorso fine settimana, nell’ambito degli ordinari servizi di controllo del territorio in città, i poliziotti della Squadra Volante dell’UPGSP della Questura di Bari, in distinte attività, hanno denunciato, a vario titolo, cinque persone. In Piazza Massari gli agenti della volante di zona sono intervenuti a seguito di un’aggressione subita da una minorenne ad opera di un cittadino del Bangladesh classe ’80 in Italia senza fissa dimora; l’uomo senza motivo aveva colpito in volto con un sacchetto di plastica contenente diversi effetti personali tra cui una bottiglietta in plastica piena di acqua; mentre la ragazza veniva soccorsa da delle persone che avevano assistito alla scena, suo fratello maggiorenne aveva bloccato l’uomo in attesa degli agenti. Il 41enne è stato deferito all’A.G. competente per Lesioni aggravate. In Piazza Aldo Moro, gli agenti della volante di zona sono intervenuti per un litigio tra un cittadino straniero e un cittadino italiano; in preda ad un raptus d’ira, lo straniero aveva scagliato un sasso raccolto in terra sul cofano di un’auto parcheggiata, e per questo è stato bloccato dai militari impegnati nel servizio “Strade Sicure”. L’uomo, un cittadino del Mali, 20enne incensurato, è stato denunciato per danneggiamento aggravato. 

In Piazza Giulio Cesare, i poliziotti della volante di zona, hanno fermato e controllato il conducente di un’autovettura sospetta; l’uomo, un foggiano 24enne, è poi risultato positivo all’alcool-test eseguito dagli agenti della Polizia Stradale giunti in ausilio. Il giovane è stato deferito all’ A.G. per guida in stato di ebbrezza. A Japigia gli agenti sono intervenuti per sedare una lite animata tra due coniugi 40enni e hanno accertato che recentemente il marito, aggredendola, aveva costretto la consorte a ricorrere a cure mediche; pertanto l’uomo è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per maltrattamenti in famiglia e minacce ed è stato anche allontanato dalla casa familiare. In tarda nottata ieri, a Santo Spirito, i poliziotti della volante, unitamente agli agenti della Polizia Locale, su segnalazione giunta al 113 concernente una festa in atto all’interno di un appartamento; sul posto l’organizzatore, un 21enne cittadino del Nepal con precedenti di polizia, alla vista delle uniformi ha immediatamente tentato di darsi alla fuga, scavalcando alcune recinzioni, ma è stato raggiunto e bloccato dai poliziotti. Il giovane è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per resistenza a Pubblico Ufficiale e false attestazioni sulla identità personale e con altre sette persone è stato sanzionato per l’infrazione amministrativa circa le violazioni delle norme anti-contagio. 

ARRESTATO DALLA POLIZIA DI STATO PER POSSESSO DI SOSTANZA STUPEFACENTE NELLA STAZIONE DI TRAN

Gli agenti della Polizia Ferroviaria del Reparto Operativo di Bari Centrale, nel corso di una mirata attività di controllo a bordo dei treni regionali e nella stazione di Trani, nella serata di venerdì scorso, hanno fermato un 25enne, che, alla loro vista, ha cercato di dileguarsi. Nelle tasche del giubbino indossato dal giovane, sono state rinvenute dai poliziotti 5 bustine di marijuana, occultate all’interno di un pacchetto di sigarette. Nella successiva perquisizione nell’abitazione del 25enne, sono stati rinvenuti e sequestrati quattro barattoli contenenti sostanza oleosa, un’altra bustina contenente circa 10 grammi di marijuana e circa 400 di cannabis. Oltre alla sostanza stupefacente, sono stati sottoposti a sequestro un bilancino elettronico, una somma di denaro, presunto introito dello spaccio, ed una carta di credito prepagata. Il giovane, della provincia di Bari e con precedenti di Polizia, è stato arrestato dagli agenti e sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’A.G. competente.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento