Birra Morena - Birra Winner

Ultim'Ora

calcio. Foggia Calcio nuovo organigramma

Il nuovo staff del Foggia calcio (foto m. Schena) ndr

di Mario Schena

Foggia 21 luglio - Conferenza stampa dei vertici del Foggia calcio per presentare il nuovo staff tecnico e non solo. Soprattutto andava fatta un po' di chiarezza per sgombrare il campo dalla miriade di false notizie che, come ogni periodo precampionato, si susseguono entusiasmando o deludendo i tifosi. Tutto normale in questo momento. I giornali devono vendere, le televisioni devono riempire i telegiornali sportivi e questo a volte fa si che il menu si arricchisca spesso di “fake news” che spesso disorientano la piazza. Via subito, da parte del presidente Canonico, i dubbi sulle presunte frizioni con il DS Peppino Pavone: "Qualcuno era preoccupato e temeva non firmasse. In realtà stiamo lavorando da un mese e non c'è mai stato alcun dubbio", ha spiegato in conferenza stampa il presidente. Al fianco del boemo lo storico vice Vincenzo Cangelosi. Emanuele Belviso, fedelissimo di Canonico, sarà il responsabile dell'area tecnica. A concludere l'organigramma, il preparatore dei portieri Mimmo Botticella, il team manager Mario De Vivo e il match analyst Diego Labriciosa. Canonico ci ha tenuto a ribadire che “Scrivendo certe indiscrezioni molto spesso si rischia di fare brutte figure. Cerchiamo di non fomentare la piazza quando c'è una società sana, seria, serena che sta lavorando a stretto contatto con il mister e il diesse per allestire una squadra che ci faccia divertire". "C'è tanto da fare, è un momento di difficoltà, ma il lavoro non ci ha mai spaventati. Mi fa piacere che ci siano molti sponsor che si stanno avvicinando a noi, anche a livello nazionale". Poi sul mercato spiega: "Ci sono contatti in corso con tanti giocatori. Il 24 partiamo per il ritiro. Capisco che se ogni giorno annunciamo qualcuno vi facciamo lavorare meglio, ma il mercato è come una partita di poker. Spesso vince chi bluffa meglio, ci sono momenti di attesa alternati ad altri in cui bisogna accelerare. Fateci lavorare in serenità, ma nessuno pensi che ci stiamo cullando, anzi. Pavone mi sta facendo divertire con la sua energia, la sua forza e la voglia di fare bene. Ci stiamo mettendo anima e corpo per mettere nelle mani del mister quello che lui ci sta chiedendo". Passando a Peppino Pavone sul mercato il direttore sportivo rossonero ha affermato: "Capisco la curiosità giornalisti e l'esigenza di avere materiale per scrivere. Ma a volte il nome diffuso dà anche l'idea agli altri, e succede che il prezzo aumenta e le difficoltà si moltiplicano. Il mister per sua abitudine vorrebbe la squadra subito dal ritiro, cercheremo di dargli il 70-75% della squadra, se possibile anche l'80%. Vogliamo agire con serenità, senza mettere troppi giocatori, perché mettere è facile, togliere un po' meno. Non vogliamo dare nomi tutti insieme, altrimenti dopodomani che cosa scrivete? Purtroppo, il ritardo negli annunci non dipende da noi. Alcuni giocatori sono già in ritiro, altri magari aspettano prima la B e ci tocca aspettare. Ma vi assicuro che l'impegno è massimo, cercheremo di fare una squadra che ci faccia divertire". Un breve intervento anche di mister Zeman:"Per la quarta volta mi presento, spero di poter lavorare come in precedenza. Ho fiducia nella società e nel direttore Peppino, speriamo di riuscire a costruire una squadra in grado di fare buon calcio e buoni risultati. Io sono qui per questo, per il campo. Prima di arrivare in serie a ci vorrà del tempo. Normale che abbiamo l'ambizione di fare bene e dare soddisfazioni alla tifoseria. Se ci riusciamo dipende da noi, non dagli altri", ha esordito Sdengo, che poi dice la sua sulla rosa della scorsa stagione: "Ho visto qualche partita, penso che si potrebbero tenere 3-4 giocatori, ma non perché gli altri siano scarsi, piuttosto perché penso che ci sia bisogno di ricambio, di un'altra guida e di altre motivazioni che secondo me qui mancavano". A proposito di mercato, Stefano Salvi ha rescisso per poi accordarsi con il Legnago. Nelle prossime ore potrebbero giungere altre rescissioni quale quella del portiere Fumagalli. Si tratta con Del Prete col quale si sta cercando di trovare una soluzione pacifica. Smentite tutte le altre voci circolanti coma la rescissione di Gentile ed Anelli dovrebbero restare Curcio, Di Jenno, Morrone e Garofalo. . Qualche dubbio sulla permanenza di Curcio che, convocato, ha presentato un certificato medico. Diverse le trattative in piedi, Tarolli, portiere classe ’97, potrebbe ritornare a Foggia, per la difesa si fanno i nomi di Markic, 31 anni ex Viterbese, Elizalde , 21 anni la passata stagione alla Juve Stabia, Luigi Carillo, 25 anni, dalla Casertana e due nomi nuovi delle ultime ore. Michael Venturi, 22 anni nello scorso campionato al Carpi e Mattia Tonetto, 20 anni dal Cesena ma di proprietà del Frosinone. A centrocampo il nome nuovo è quello di Matteo Zanini, 27 anni della Paganese con un passato importante nella Reggiana, nel Catanzaro e nel Cosenza. Mentre si continua a seguire la pista che porta ad Antonio Romano ex Turris e Casertana. In attacco Ferrante, Manconi e Del Sole, sul quale nelle ultime ore è piombato il Taranto, i nomi più gettonati. Per Markic e Zanini manca solo l’ufficialità. Chiusura del presidente Canonico sulla campagna abbonamenti in “stand by”. in attesa delle disposizioni governative e sull’acquisizione che, dovrebbe avvenire a breve, del marchio con gli storici “Satanelli” e del cambio di denominazione sociale da Calcio Foggia a Foggia Calcio. Tanta carne a cuocere, speriamo non bruci.
lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento