Ultim'Ora

Cinema. 'Café Society': Il film di Woody Allen

Una immagine del film. (foto com.) ndr.

di Anna Gomes

BARI, 8 OTT. - Questa volta Woody Allen non è riuscito a stupirci. Il suo ultimo film, Café Society é nostalgico e ripetitivo nei suoi contenuti. Sicuramente Il regista riesce ad ambientare egregiamente la sua commedia nel periodo degli anni trenta in America, aiutato da una splendida fotografia a cura di Vittorio Stornaro. La trama abbastanza consueta, è quella di un giovane ebreo Bobby (Jesse Eisenberg) che dal Bronx si trasferisce ad Hollywood per chiedere lavoro a suo zio Phil , manager brillante del cinema. Il giovane si innamora perdutamente della giovane segretaria dello zio, Vonnie (Kristen Stewart) che alla fine sposerà lo zio con cui aveva una relazione precedente da un anno. Tornato da Hollywood a New york, il giovane protagonista Bobby, si realizzerà diventando titolare di uno dei più prestigiosi locali notturni della citta', grazie al fratello gangster Ben e sposerà una giovane newyorchese divorziata. La lotta tra il bene e il male, l'amore romantico e quello reale, su uno sfondo americano di malavita, locali notturni e star del cinema sono il perno della commedia comunque riuscita di Woody Allen. Il protagonista ricorderà un po' il grande Gatsby nel sentimentalismo e nella nostalgia che pervadono questo film.





Nessun commento