Ultim'Ora

Attualità. Progetto “La Strada della Cultura”: al teatro “Giordano” un modellino in 3D della struttura, a vantaggio dei disabili visivi

La copertina del libro di M Granatieri (foto) ndr.
di Redazione
FOGGIA, 28 DIC. - Si concluderà con una settimana ricca di attività in programma presso il Teatro comunale “Umberto Giordano” il percorso didattico, iniziato ad ottobre, del progetto “La Strada della Cultura” che era stato presentato dall’Istituto Comprensivo “Santa Chiara-Pascoli-Altamura”, approvato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e aveva anche vinto il Concorso nazionale “Progetti didattici nei musei, nei siti d’interesse archeologico, storico e culturale o nelle istituzioni culturali scientifiche”.
Nelle mattinate dal 9 al 13 gennaio 2017, presso il Teatro, si alterneranno i 500 studenti degli istituti scolastici coinvolti (Direzione Didattica “Santa Chiara-Pascoli-Altamura” Foggia, Istituto Comprensivo “Alfieri- Garibaldi” Foggia, Istituto Comprensivo “Catalano- Moscati” Foggia, Istituto Comprensivo “Foscolo- Gabelli ” Foggia, Istituto Comprensivo di Carapelle) per partecipare ad incontri, durante i quali sarà loro presentato il lavoro editoriale “Umberto Giordano. Ti racconto…”, curato dalla dott.ssa Mariella Granatieri, esperta di progettazione educativa dell’APS MIRA, e dedicato al grande compositore foggiano. La pubblicazione è stata realizzata anche in braille a cura della Cooperativa Louis Braille di Foggia. La drammatizzazione del libro e gli intermezzi musicali degli studenti del Conservatorio di Musica “Umberto Giordano” di Foggia, permetteranno agli studenti di conoscere meglio la vita e le opere del celebre musicista e di prendere confidenza con la “magia” di uno dei più antichi e bei teatri del sud Italia. A ciascuno dei ragazzi partecipanti sarà donato il testo su Giordano.
Il progetto “La Strada della Cultura” punta a promuovere la crescita e l'integrazione culturale dei minorati della vista e di diffondere tra essi la conoscenza della realtà.

Proprio in questa prospettiva il 9 gennaio, alle ore 11.30, nella Sala Fedora del Teatro “Giordano” si terrà la conferenza stampa di presentazione della riproduzione in scala ridotta del teatro, progettata e realizzata da Claudio Grenzi sas. Il plastico, grazie al patrocinio dell’Amministrazione comunale di Foggia, verrà installato nell’atrio del teatro comunale e sarà accessibile e fruibile tattilmente: un prodotto culturale piacevole, utile a tutti e finalizzato alla conoscenza dell’architettura del teatro anche da parte delle persone con disabilità visive. 
Interverranno 
Il sindaco di Foggia Franco Landella, l’Assessore comunale alla Cultura Anna Paola Giuliani, la Dirigente dell’Istituto Comprensivo “Santa Chiara-Pascoli-Altamura” Mariolina Goduto, il presidente della Cooperativa “Louis Braille” Michele Corcio, la responsabile dei Progetti Educativi Aps Mira Luciana Stella e il responsabile per la comunicazione Claudio Grenzi.

Sempre il 9 gennaio, alle ore 20, in occasione dell’installazione del plastico, il teatro “Giordano” ospiterà il concerto al buio “Nuove emozioni”, organizzato dall’Unione italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus e dalla Cooperativa Sociale Onlus “Louis Braille” con la presenza del Maestro Franco De Feo.
Un’esperienza unica, un evento di sensibilizzazione mai organizzato prima nella provincia di Foggia, permetterà di ascoltare musica con altri occhi in un suggestivo ed emozionante spettacolo. Un concerto estremamente toccante, basato su una semplice e magica formula: Luce-Buio-Luce. Una morbida penombra accoglie in sala gli spettatori e, una volta iniziato il concerto, le luci calano lentamente, fino a raggiungere il buio totale per poi ritornare gradualmente alla luce iniziale. Una formula che coinvolge i sensi e le emozioni ed esprime appieno la missione che i partner di progetto condividono: ricercare modalità di approccio ai beni culturali che siano per tutti e di tutti.
Si accede con invito alle ore 19.30. 




Nessun commento