Ultim'Ora

Bari. Funerali Salvatore Tatarella, a Bari e Cerignola la camera ardente

L'On. S. Tatarella durante il Premio Cerignola 2016 (foto) ndr.
di Nico Baratta

BARI, 28 GEN.Aveva 69 anni e non ce l’ha fatta a sconfiggere il “male incurabile”. Lui che nella vita ha sempre lottato, spesso vinto, questa volta ha dovuto arrendersi a qualcosa di più forte. Ma lo ha fatto con dignità, con forza, con quella lucidità e coerenza che, come sempre, lo ha accompagnato nel corso della sua vita e carriera. Ed anche guardando in faccia quel subdolo male. Così è andato via dalla vita terrena l’On. Salvatore Tatarella. La salma riposerà in pace nel cimitero della sua amata Cerignola, vicino ai suoi cari. Per l'ultimo saluto al sempre Onorevole e Avvocato Salvatore Tatarella il Comune di Bari ha allestito la Camera ardente nell’aula consiliare a partire dalle ore 17 di oggi, 28 gennaio 2017. Domani, domenica 29 gennaio, sarà il Comune di Cerignola a porgli l’ultimo saluto nell’aula consiliare allestita anch’essa da Camera ardente. I solenni funerali si svolgeranno sempre domani alle ore 15:30 nel Duomo di Cerignola.

Come descritto nel precedente articolo, molti son stati i messaggi di cordoglio che in queste ore stanno giungendo presso la famiglia di Salvatore Tatarella. Riconoscimenti e stima dalle istituzioni, dal mondo politico nazionale, da quello militare e associativo.

«Con Salvatore Tatarella scompare prematuramente uno dei protagonisti di una stagione di passione e di vittorie della destra italiana - dichiara commosso il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri -. Attivo membro del Consiglio regionale della Puglia, della Camera dei deputati e del Parlamento europeo, la sua intensa e appassionata vita politica resta segnata dalla grande vittoria del 1993 a Cerignola, dove fu il primo sindaco di destra in una città simbolo della sinistra. Si aprì allora un periodo di una destra protagonista che lo ha visto tra successi, discussioni e militanza, promotore di mille iniziative, riviste, azioni concrete al servizio della comunità locale e nazionale. Con Pinuccio ha scritto una storia condivisa con tanti, che appartiene a tutti e che lo vede tra i costruttori infaticabili di una politica fatta di idee e generosità».

Anche il sindaco di Foggia, Franco Landella, ha voluto, doverosamente e con commozione partecipare al dolore che in queste ore sta colpendo la famiglia dell'Onorevole.

«Alla famiglia dell’On. Salvatore Tatarella, a titolo personale ed istituzionale, esprimo le condoglianze mie e dell’intera di città di Foggia. La sua scomparsa priva la Capitanata di una mente lucida e di un politico responsabile, che ha rappresentato con serietà il nostro territorio nei suoi numerosi incarichi istituzionali: da sindaco di Cerignola, parlamentare ed europarlamentare. È stato una figura esemplare nel mondo della destra nazionale e pugliese, esponente di un’idea appassionata dell’impegno politico. Assieme a lui ho condiviso la comune militanza nel Popolo della Libertà, nella visione di un centrodestra unito e coeso, potendone apprezzare le doti umane e la preparazione. Anche quando i nostri percorsi si sono separati non è mai venuta meno la stima personale, nella profonda convinzione che il confronto costruttivo di idee costituisca un valore da preservare e difendere, soprattutto in politica. La sua esperienza alla guida del Comune di Cerignola ancora oggi è un punto di riferimento per l’intero centrodestra ed un esempio di buona amministrazione. La politica tutta, a prescindere dalle appartenenze e dalla collocazione partitica di ciascuno, perde oggi un esponente di primissimo piano, un interlocutore attento e sensibile, un osservatore acuto ed un uomo di grande cultura istituzionale».




Nessun commento