Ultim'Ora

Barletta (Bat). Arrestato dalla Polizia pluripregiudicato per rapina e lesioni personali

Un arresto della Polizia per rapina a Barletta. (foto P:s.) ndr.

di Redazione

BARI, 5 GIU. (Comunicato St.) - Nei giorni scorsi, a Barletta, la Polizia di Stato ha tratto in arresto Guerra Luigi Leonardo, 46enne pluripregiudicato barlettano, ritenuto responsabile dei reati di rapina e lesioni personali, Terlizzi Saverio e Filannino Michele, rispettivamente di 34 e 31 anni, entrambi pregiudicati barlettani, già sottoposti alla misura degli arresti domiciliari, ritenuti responsabili di violazioni alle prescrizioni impostegli. Nell’ambito degli ordinari servizi di controllo del territorio, i poliziotti del locale Commissariato di P.S. sono intervenuti a seguito della segnalazione di una donna che, poco prima, era stata aggredita dall’uomo con cui intratteneva una relazione sentimentale che aveva deciso di interrompere. L’uomo avrebbe raggiunto il luogo di lavoro della donna e, al momento dell’uscita, l’avrebbe afferrata per un braccio cercando di obbligarla a seguirlo presso la loro abitazione; la stessa, divincolatasi dalla presa, si sarebbe rifugiata all’interno del bagno di un bar ma, raggiunta dall’uomo, sarebbe stata picchiata con colpi al volto ed alle braccia; in tale frangente il 46enne si sarebbe anche impossessato degli occhiali e del telefono cellulare della vittima. 
Rintracciato poco dopo dai poliziotti all’interno di un esercizio commerciale, l’uomo è stato tratto in arresto ed associato presso la Casa Circondariale di Trani, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Nell’ambito di costanti e rafforzati servizi di controllo a persone sottoposte a misure cautelari, preventive e alternative alla detenzione, gli agenti del locale Commissariato di P.S. hanno tratto in arresto Terlizzi Saverio che, sottoposto al beneficio della detenzione domiciliare, ha violato una serie di prescrizioni impostegli; a seguito dell’intervento dei poliziotti, l’Ufficio di Sorveglianza presso il Tribunale di Bari ha disposto la revoca della misura degli arresti domiciliari, sostituita con la detenzione in carcere. Il 34enne è stato associato presso la Casa Circondariale di Trani , a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Gli agenti del locale Commissariato di P.S. hanno inoltre tratto in arresto Filannino Michele che, sottoposto alla misura degli arresti domiciliari presso la sua abitazione ubicata in un comune del nord Italia, dopo essere stato autorizzato dall’Autorità’ Giudiziaria a presenziare ad una udienza a suo carico presso il Tribunale del riesame di Bari, non ha fatto rientro nella sua dimora. 
Su disposizione dall’Autorità Giudiziaria, a seguito della revoca della misura degli arresti domiciliari sostituita con il ripristino della detenzione in carcere, l’uomo è stato rintracciato ed associato presso la Casa Circondariale di Trani.



Nessun commento