Ultim'Ora

Attualità. Foggia, lavori di riqualificazione dell’isola pedonale di via Lanza. La posa della prima pietra

Durante la posa in opera della targa (foto Comune di Foggia) ndr.
di Redazione

FOGGIA, 21 OTT. (Com. St.) - Il sindaco Franco Landella: “Il nostro obiettivo è costruire una città sempre più a misura d’uomo, facendo in modo che la comunità possa riappropriarsi dei propri luoghi con orgoglio, rafforzando identità e spirito di appartenenza”
L’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Antonio Bove: “Il nuovo volto di uno dei simboli di Foggia sarà un mix di tradizione e futuro, modernità e storia”.

“La cerimonia di questa mattina non è un traguardo ma un punto di partenza. Oggi comincia un percorso di riqualificazione urbana, di miglioramento della qualità della vita, di costruzione del contesto in cui promuovere socializzazione e sostegno alle attività economiche del centro cittadino. La giornata di oggi, dunque, è la prosecuzione dell’atto di coraggio con cui l’Amministrazione comunale ha deciso di ampliare le aree pedonali di Foggia, con una decisione che è stata premiata dal consenso della comunità”. È il commento del sindaco di Foggia, Franco Landella, alla cerimonia di posa della prima pietra dei lavori di riqualificazione dell’isola pedonale di via Lanza avvenuta questa mattina.
“Quella che abbiamo messo in campo è una rifunzionalizzazione ambiziosa, definita con il determinante contributo dei cittadini che hanno partecipato alla fase di ascolto che è stata attivata prima dell’approvazione del progetto da parte della Giunta comunale – spiega il primo cittadino –. Abbiamo preservato la storia e l’identità di quello che è un simbolo di Foggia, procedendo ad una sua riattualizzazione. Al termine dell’intervento lo spazio che in questi anni ha ospitato, con enorme successo, eventi estivi ed invernali sarà ancor più qualificato sul piano dell’arredo urbano. Il nostro obiettivo è infatti fare in modo che la comunità possa e sappia riappropriarsi dei propri luoghi con orgoglio, rafforzando identità e spirito di appartenenza”.
Per il sindaco di Foggia “i lavori che interesseranno l’isola pedonale di via Lanza sono un passo in avanti verso la trasformazione di Foggia in una città più moderna. Non è un caso se la cerimonia di oggi segua di pochi giorni d’adozione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, a conferma di una visione precisa della città che vogliamo e della città che, insieme, stiamo provando a realizzare – spiega il primo cittadino –. Da questo punto di vista è doveroso esprimere un ringraziamento all’Area Tecnica del Comune di Foggia, per la competenza, la professionalità e  la passione con cui ha lavorato al profilo operativo di questa intuizione politica”.
Il progetto di rifunzionalizzazione di via Lanza parte, come detto, dall’intenzione di preservare e riattualizzare la sua identità storica. Saranno formate quindi quattro fasce funzionali distinte: una delimitata delle attività commerciali e dal filo interno delle attuali aiuole riservata al passeggio; una che individua l’allargamento in senso trasversale delle preesistenti aiuole, per un aumento della superficie verde e l’installazione di panche lungo bordi dei lati lunghi delle stesse aiuole; una dalla pavimentazione analoga alla precedente, ma riservata al passeggio; una centrale larga almeno 7 metri destinata al passeggio e al passaggio dei mezzi autorizzati in caso di necessità o emergenza, nonché già predisposta nelle dimensioni per il trasporto pubblico locale elettrico. Tutte queste fasce saranno poste su di un unico livello, lo stesso di piazza Giordano e dell’attuale marciapiede, in modo da avere un ‘continuum spaziale’, una sorta di ‘agorà’ filiforme priva di barriere e ostacoli. L’intera pavimentazione sarà collegata al livello stradale tramite rampe, in modo da facilitare l’accesso alle persone diversamente abili e ai mezzi autorizzati. La predisposizione di apposite guide tattili a terra permetterà poi la libera fruizione dello spazio da parte di non vedenti ed ipovedenti. In corrispondenza degli sbocchi stradali di via S. Maria della Neve, di Piazza Cavour, di via Vincenzo della Rocca e di via Diomede saranno previste delle zone di deposito per le biciclette tramite 24 elementi portabici. Sul lato sud dell’area, infine, sarà inserita una piccola area di parcheggio con cinque posti auto. Per quanto riguarda il sistema del verde, le aiuole previste nel progetto saranno ricavate da un ampliamento significativo delle preesistenti e dall’introduzione di ulteriori nuove. L’orientamento trasversale di queste superfici verdi, analogo a quello delle profonde panche monoblocco, in contrasto con quello longitudinale della strada, inviterà il cittadino alla sosta e al riposo vicino alle aiuole fiorite e all’ombra delle alberature. Saranno quindi sviluppate complessivamente 76 aiuole. Le 49 alberature già presenti, invece, saranno conservate e ne saranno inserite 27 nuove. All’interno di ogni aiuola sarà presente una pianta di arbusto. Sempre in corrispondenza dei lati lunghi delle aiuole, ed in base alle attività commerciali presenti, saranno inserite complessivamente 46 panche in pietra ricostruita. In previsione della futura dotazione dell’impianto di illuminazione, è stata poi prevista la predisposizione al di sotto della pavimentazione di un ‘corrugato’ in PVC per l’alimentazione elettrica, parallelo alla fascia delle panchine e delle aiuole. Per la raccolta dei rifiuti, infine, saranno predisposti lungo l’intera via 6 gruppi da 4 cestini rettangolari in lamiera con quattro colorazioni differenti e dei ferma sacco, in base alla tipologia di rifiuto (vetro, plastica, carta, generico).
I lavori per la riqualificazione dell’isola pedonale di via Lanza – dal valore economico di 999mila 995 euro e per i quali ieri è stato firmato il contratto tra l’Amministrazione comunale e la ditta che avrà il compito di eseguirli – partiranno nei prossimi giorni, cominciando proprio dalla parte in cui si è svolta la cerimonia di questa mattina, ed avranno una durata di circa sette mesi, in considerazione della loro sospensione in occasione delle festività natalizie, in modo da rendere l’area comunque fruibile per i cittadini.
“La nascita di una nuova isola pedonale è un’idea che ho condiviso da subito, nella consapevolezza di quanto sia strategico, oggi più che mai, moltiplicare le aree interdette al traffico veicolare. Dagli anni ’80, infatti, la tendenza ad ampliare gli spazi pedonali è stata sempre più forte nell’ottica di costruire città a misura d’uomo – aggiunge l’assessore ai Lavori Pubblici, Antonio Bove –. Oggi noi ci muoviamo esattamente in questa direzione. E lo facciamo cominciando da una parte di Foggia a cui tutti i foggiani sono legati, che tutti i foggiani sentono parte della propria storia, in cui la comunità ha salde le sue radici. Il nuovo volto dell’isola pedonale di via Lanza sarà un mix di tradizione e futuro, di modernità e storia, di estetica ed obiettivi, in primo luogo il rispetto dell’ambiente, anche sul terreno della mobilità e della riduzione dell’inquinamento legato ai flussi di traffico. L’isola pedonale di via Lanza è dunque un patrimonio della nostra comunità, che vogliamo sia frequentato e vissuto nel migliore dei modi, con l’orgoglio di essere foggiani”. 



Nessun commento