Ultim'Ora

Politica. Monte Sant'Angelo (Fg): Il PD inizi ad amministrare, a proposito di coerenza, di serietà e di sciocchezze

Il logo di Forza Italia (foto) ndr.
di Redazione


MONTE SANT'ANGELO (FG), 08 DIC. (Com. St.) - “…erano belli i tempi in cui si provava vergogna…” (cit.)

Restiamo sempre più stupiti dall’arroganza e dalle gravi dimenticanze del PD. Certo, è vero che Renzi, segretario del PD, è maestro in questo, visto che nei tre anni di governo ne ha raccontate di cotte e di crude, ma non pensavamo che i suoi seguaci lo prendessero in parola.

Veniamo ai fatti di Monte.

In un intervento dei giorni scorsi, salvo smentite mai arrivate, abbiamo contestato al PD e all’Amministrazione d’Arienzo che ciò che hanno fatto in sei mesi è solo lavoro preparato e finanziato dall’ex Amministrazione di Iasio, mentre di loro al momento non si è visto nulla, se non i selfie!

Circa le sciocchezze, vorremmo porre delle domande al PD:

·      è vero o no che l’attuale Sindaco viene dall’area politica di chi oggi è in Forza Italia?

·      è vero o no che, nei mesi di marzo e aprile scorsi, il PD, con l’aiuto dell’Assessore regionale Piemontese, allora Segretario Provinciale del PD, stava per chiudere un accordo con Forza Italia di Monte Sant’Angelo per le elezioni comunali?

·      è vero o no che alcuni componenti del gruppo di quella che fu “Monte nel Cuore”, militanti di Forza Italia, si sono iscritti al PD, tanto che qualcuno di loro oggi è persino componente del direttorio del PD?

·      è vero o no che l’ex Segretario provinciale di Forza Italia ha fatto campagna elettorale per la lista del PD alle elezioni comunali di giugno scorso?

·      è vero o no che molti amici che attualmente si sono iscritti a Forza Italia, convinti che col PD si potesse fare un accordo politico-programmatico serio (evidentemente pensavano di avere a che fare con gente matura politicamente), hanno votato per molti candidati, poi eletti, della lista CambiaMonte?

Come vedete, le nostre “sciocchezze” sono confermate da verità. Diciamo la verità anche quando sosteniamo che ciò che sta facendo il PD di Monte non è certo farina del suo sacco.

Non saranno certamente opera del PD montanaro il Bilancio comunale in perfetto ordine, le tasse tra le più basse della provincia di Foggia, la Palestra Polivalente al Galluccio, la Casa delle associazioni, la sistemazione di Corso Giannone, di Corso Garibaldi, di Piazza Cappelletti, di Piazza Beneficenza, di Corso Vittorio Emanuele, della zona Stamporlando, della Scuola “Giovanni XXIII (a proposito, che fine hanno fatto questi due progetti?) ecc.

Relativamente al Bilancio, il PD sostiene che il Comune non può contrarre mutui per colpa delle precedenti Amministrazioni (quindi anche di quella della quale il PD ha fatto parte dal 2004 al 2007), ma tutti sanno che la cosa non sta così. Basterebbe informarsi un po’ e studiare le carte per capire che Monte, grazie all’ottima salute di cui gode il Bilancio, ha spazi per contrarre mutui, visto peraltro che con il Sindaco di Iasio vennero estinti tutti quelli vecchi. Il PD, invece, non vuole ammettere che Monte, ma tutti i Comuni, non possono contrarre i mutui perché il Patto di stabilità non lo consente, quel Patto di stabilità che il PD riteneva fosse solo una scusa quando lo dicevano gli altri, ma ora che ci sono loro al governo della città si sono accorti che esiste e, cosa più importante, stanno facendo i conti con la responsabilità dell’amministrare. Eppure, ci sono Sindaci di area politica del centrosinistra (Riccardi di Manfredonia, Sala di Milano, Decaro di Bari ecc.) che tutti i giorni si lamentano dei tagli ai Comuni fatti dal Governo PD; il PD di Monte, pur di non parlare del male che il Governo ha fatto in questi anni, non ammette la realtà.

Va detto, però, che, se il Comune vuole – certo, bisogna leggere carte e programmare –, il Patto di stabilità consente di poter contrarre mutui qualora i soldi siano destinati alla ristrutturazione delle scuole.

Sono passati sei mesi dall’insediamento di CambiaMonte, dall’inizio di questa nuova amministrazione; in genere, i primi bilanci si fanno dopo 100 giorni, ma noi abbiamo voluto attendere di più, abbiamo atteso sei mesi, cioè 180 giorni. Ebbene, è sotto gli occhi di tutti che non c’è programmazione, non ci sono idee, non c’è la discussione politica nell’amministrazione del PD.

L’unica cosa che hanno fatto è la modifica al Regolamento di funzionamento del Consiglio Comunale, annunciata come se fosse un’opera di bene a favore del mondo. Ma ricordate le barricate che hanno fatto quando altri proponevano la stessa cosa!? La democrazia non è nel loro DNA, questo è chiaro.

Il Pd deve ricordare che sta amministrando Monte Sant’Angelo e che non sono i selfie o le frasi ad effetto a dare certezze per il futuro della nostra amata città.

(fonte: Forza Italia – Sezione di Monte Sant’Angelo).



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento