Ultim'Ora

Teatro: al Duse di Bari, la Compagnia "Onirica Poetica Teatrale" porta in scena "il suo" "Otello" di W. Shakespeare

Una immagine della rappresentazione. (foto M.C.) ndr.

di Maria Caravella

BARI, 21 DIC. - Rivedere il testo di un autore famoso che ha fatto la storia del Teatro è impresa ardua e ancor più, portare poi in scena tale rielaborazione.Tutto ciò è stato realizzato con grande maestria presso il Teatro Duse di Bari, dalla Compagnia "Onirica Poetica Teatrale", che con intelligenza e capacità di sintesi è riuscita a cogliere il messaggio più profondo che Shakespeare ha inteso proporre circa quattro secoli addietro, rappresentando il dramma di "Otello" con l' adattamento e la regia di Vito Latorre. Nella rivisitazione di Latorre il testo scecspiriano viene quasi tagliato su misura, rispettando le esigenze di recitazione del gruppo Onirica, maschere comprese. Numerose le contrazioni apportate con garbo, come anche la collocazione alquanto personale di alcune battute che da sempre hanno caratterizzato questa drammaturgia. La perfidia e l'ambivalenza di Iago vengono amplificate, quasi a simboleggiare la doppia faccia del genere umano più infimo. Il grottesco delle maschere e non solo, catturano l'attenzione del pubblico fino a sublimarsi nelle svariate forme del fantastico. Una performance in cui abilmente buffo e terribile convivono con rispetto. Oltre alla maschera anche svariati oggetti si trasformano in simboli e allegorie, ad esempio il fuoco di una candela è gelosia ... Otello così diviene “un sogno dentro un sogno”, come gli stessi interpreti lo definiscono. Tutto è incentrato su Iago e la sua vendetta e il perpetrarsi della cattiveri umana, dove Il buio nasconde la menzogna e una luce inattesa smaschera la verità. Assaporando l'intensità di questa piece ci si accorge che per tanti versi Il tempo, non è passato! Un cast talentuoso e affiatato : Gabriella Altomare, Vito Latorre, Silvana Pignataro, Antonio Repole; che ha saputo rendere con maestria il messaggio universale del famoso drammaturgo inglese , come anche si sono prestati in modo appropriato le Scene e i di costumi di Rossella Ramunni.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento