Ultim'Ora

Cronaca. 100 chili di “botti” illegali. I Carabinieri di Foggia smantellano deposito clandestino

Una parte del materiale sequestrato (foto CC) ndr.
di Redazione

FOGGIA, 02 GEN. (Com. St.) - Se in occasione del capodanno non si sono registrati incidenti particolarmente gravi è anche grazie all'attività posta in essere dall'Arma.
A seguito di mirati controlli del territorio, appositamente predisposti per contrastare l’uso dei fuochi d’artificio pericolosi, i Carabinieri del Comando Provinciale di Foggia hanno infatti individuato un deposito illegale di materiale pirico, nelle campagne del Salice Vecchio. I militari, dopo l’attenta perquisizione di una vasta area rurale, hanno rinvenuto svariate casse di petardi di categoria IV , di estrema pericolosità. I “botti”, del tipo “Black Thunder” e “Cobra 17”, erano nella disponibilità di B.V., cl. '86, che è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria, poiché non in possesso del porto d’armi, obbligatorio per l’acquisto e la detenzione di questi pericolosi artifizi. I quantitativi di materiale esplodente sequestrato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile sono ingenti: oltre 100 chili, per una carica attiva di polvere superiore ai 50 chili ed un valore sul mercato clandestino di oltre 15.000 euro. I grossi petardi erano custoditi all’interno di svariati cartoni, ben occultati da materiali della più svariata natura, all’interno di una cella frigorifera dismessa. Il deposito clandestino era privo dei più elementari accorgimenti in materia di sicurezza e per giunta era collocato non lontano da alcune abitazioni. L’attività di prevenzione svolta dai Carabinieri è un importante tassello nella tutela del cittadino: l’obiettivo e l’augurio dell’Arma era che anche a Foggia il nuovo anno potesse cominciare serenamente, senza che nessuno si facesse male.


lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento