Ultim'Ora

Putignano (Ba). I Carabinieri arrestato un pusher 17enne [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

La droga sequestrata. (foto cc.) ndr.

di Redazione

PUTIGNANO (BA), 15 FEB. (Comunicato St.) - Nonostante i festeggiamenti del carnevale i Carabinieri della Stazione di Putignano non hanno abbassato la guardia sul fronte della prevenzione e del contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti. Questa volta, a farne le spese, un 17enne del posto, già noto alle forze dell’ordine per i suoi pregressi giudiziari, colto in flagranza di spaccio E’ accaduto lo scorso pomeriggio quando nel quartiere San Pietro Piturno il minore, accortosi della presenza di una pattuglia dei Carabinieri e credendo di non esser stato ancora notato, ha tentato di defilarsi a piedi tra le case popolari lanciando in un aiuola un involucro Tale movimento non è sfuggito alla vista dei militari, i quali hanno fermato il fuggitivo e recuperato quanto da lui precedente gettato, ovvero: un involucro in cellophane contenente dieci grammi di eroina suddivisa in quattordici dosi. Sottoposto a perquisizione personale, venivano rivenute in suo possesso quattro banconote da cinquanta euro, ritenute il provento dell’illecita attività di spaccio. Tratto in arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, il giovane pusher, su disposizione della competente A.G., è stato associato presso l’ Istituto Minorile “Fornelli” di Bari. 

Il materiale sequestrato. (foto cc.) ndr.
MONOPOLI (BA). SERIE DI FURTI IN NEGOZI E SUPERMERCATI: DUE CITTADINI GEORGIANI ARRESTATI DAI CARABINIERI

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Monopoli (BA), nel corso di uno specifico servizio finalizzato alla prevenzione dei reati contro il patrimonio, hanno arrestato due cittadini georgiani, un 46enne e un 25enne, con l’accusa di furto e ricettazione. Ieri mattina, i militari, che da tempo monitoravano gli esercizi commerciali della zona, dove di recente si era verificata una serie di furti, a seguito della segnalazione da parte del titolare di una profumeria, hanno intercettato e bloccato un’autovettura con targa tedesca, a bordo della quale viaggiavano due cittadini georgiani. I militari, insospettiti dall’atteggiamento irrequieto dei due soggetti, hanno proceduto ad un’immediata perquisizione del veicolo, all’interno del quale hanno rinvenuto numerose bottiglie di alcolici e di champagne francese, profumi, cosmetici, materiale tecnologico e generi alimentari vari. Dai successivi accertamenti, è emerso che la merce, del valore complessivo di circa 1000 euro, era stata asportata nella mattina e nei giorni precedenti da alcuni supermercati e negozi di Monopoli. La refurtiva è stata restituita ai legittimi proprietari, mentre i due uomini, uno dei quali risultava gravato da numerosi precedenti per furto, sono stati arrestati e successivamente condotti presso la Casa Circondariale di Bari, a disposizione della competente A.G.. 

Posti di controllo dei cc. (foto cc.) ndr.
MINERVINO MURGE (BT) E SPINAZZOLA (BT). OPERAZIONE PERIFERIE SICURE: UN ARRESTO E UNA DENUNCIA DEI CARABINIERI 

Prosegue l’intensificazione dei servizi straordinari di controllo del territorio, disposti dalla Compagnia dei Carabinieri di Andria (BT), svolti questa volta col supporto di una squadra della Compagnia di Intervento Operativo dell’14° Btg. “Calabria”, nell’ambito del programma “periferie sicure”. I controlli dei militari hanno riguardato le comunità di Minervino Murge e di Spinazzola, dove le locali Stazioni CC hanno coordinato sul campo i dispositivi di rinforzo che, al fine di garantire sicurezza ai cittadini, hanno potenziato, ieri sera, i consueti servizi perlustrativi. Oltre 40 persone identificate, controllate circa 15 autovetture, elevando una decina di contravvenzioni al Codice della Strada. 9 i detenuti agli arresti domiciliari ispezionati. In tale ambito, un pregiudicato di Bitonto, il 29enne A.V., è stato arrestato, colpito da ordine di esecuzione di misura di sicurezza, in quanto riconosciuto colpevole di reati inerenti la violazione delle misure di prevenzione e, per tale motivo, è stato ristretto presso la REMS di Spinazzola. Un altro pregiudicato sottoposto ad Avviso Orale, invece, di 31 anni, è stato deferito in stato di libertà dall’Arma minervinese, poiché – nonostante il divieto – è stato trovato in possesso di un telefono cellullare. Intensificata anche l’attenzione su persone pregiudicate, in particolare su quelle sottoposte a misure di sicurezza ed alla sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza, eseguendo perquisizioni personali e domiciliari.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento