Birra Morena - Birra Winner

Ultim'Ora

Auto. Skoda Rapid Spaceback: stile fuori, spazio dentro

La nuova Skoda Rapid Spaceback. (foto) ndr.

di Redazione

ROMA, 20 LUG. - La nuova Skoda Rapid Spaceback rappresenta per il marchio ceco il debutto in un segmento nuovo, a testimonianza della volontà dell’azienda di espandere il proprio raggio d’interesse e, di conseguenza, il pubblico. Si posiziona fra la Fabia e la Octavia e condivide molti elementi con la Rapid berlina ma si ridisegna e offre ai più giovani un aspetto quasi da coupé. Per convincere nuovi clienti, Skoda punta sulla personalizzazione con una serie di optional: a partire dal tetto panoramico che va dal parabrezza al lunotto posteriore offrendo agli occupanti una visuale del cielo senza elementi che si frappongono. Oppure, altro optional, il lunotto posteriore esteso la cui parte inferiore inizia dieci centimetri più in basso. Tutto naturalmente in vetro oscurato. Alla estremità superiore del lunotto, invece, uno spoiler nero accentua il dinamismo della linea laterale. SPAZIOSA ED "INTELLIGENTE" Pur misurando 18 centimetri in meno della Rapid berlina, la Skoda Spaceback offre comunque ampio spazio agli occupanti, rispetto a vetture dello stesso segmento (64 millimetri per le ginocchia e 980 millimetri per la testa). Il volume del bagagliaio è tra i migliori del segmento, con una capienza di 415 litri (1.380 quando il divano posteriore è abbattuto). Inoltre, lo spazio a bordo si coniuga con alcune soluzioni che la casa definisce “simply clever”. Per esempio, la nuova Rapid Spaceback ha un doppio piano di carico nel bagagliaio (a richiesta), che permette di dividere lo spazio in due livelli orizzontali che ne raddoppiano la funzionalità. Il secondo ripiano può essere poi riposizionato a livello inferiore per evitare ingombri al momento di utilizzare la massima capienza del vano bagagli. Inoltre, la Rapid Spaceback offre tutte le funzionalità pratiche che caratterizzano il modello Rapid compreso il raschietto per il ghiaccio, sistemato nello sportellino che dà accesso al serbatoio, l’alloggiamento per il giubbotto ad alta visibilità sotto il sedile del conducente, il rivestimento double-face per il fondo del bagagliaio. Altre funzionalità includono il supporto per dispositivi multimediali, i portabevande situati nella parte anteriore e posteriore o nel vano portaoggetti che può essere posizionato dietro i sedili posteriori. I MOTORI La nuova Skoda Rapid Spaceback sarà disponibile nella versione a benzina (4 motorizzazioni) e diesel (2 motorizzazioni). Questi propulsori erogano potenze tra i 55 e i 90 kW. La gamma sarà poi integrata, a partire da novembre, con la 1.6 TDI GreenLine che fa registrare consumi di circa 3,8 litri per 100 km, con un emissione di CO2 di 99 g/km.





Nessun commento