Birra Morena - Birra Winner

Ultim'Ora

Canottaggio. A Roma di scena “Agosto Azzurro”, a Linz al via il mondiale Under 23

Il lago di Linz-Ottensheim. (foto) ndr. 

di Redazione

ROMA, 23 LUG. - Giornata frenetica, domani, col canottaggio impegnato sia nella comunicazione, con la presentazione del mondiale Assoluto, Pesi Leggeri e Para-rowing di Chungju (Corea del Sud) nell’ambito dell’evento “Agosto Azzurro” che si svolgerà nel salone d’Onore del Coni (diretta televisiva su RaiSport1 dalle 12.45), e sia nelle gare iridate del mondiale under 23 che prenderà il via alle ore 15 sul campo di regata di Linz-Ottensheim (Austria), che ha già ospitato i Campionati del Mondo 2008 senior e junior. Un mondiale, quello Under 23, che vede l’Italia presente in 19 specialità sulle 21 previste dal programma (lo scorso anno a Trakai, in Lituania, l’Italia era presente con 12 barche) e che è aperto ad atleti di età inferiore ai 23 anni. La categoria Under 23 è nata nel 1976 con l’evento "Match des Seniors”, più tardi conosciuta come la “Coppa delle Nazioni”, ed è diventato Campionato del Mondo Under 23 solo nel 2005. Nove barche scenderanno in acqua già nel pomeriggio di domani, dalle 15.00 alle 17.48, e il primo equipaggio a disputare una delle due eliminatorie sarà il quattro senza di Laura Basadonna (Sisport FIAT), Veronica Paccagnella, Selene Gigliobianco (SC Elpis) e Gaia Nencini (SC Arno); specialità nella quale l'Italia non era presente nel 2012. Seguiranno le due batterie del quattro con di Massimiliano Rocchi (CRV Italia), Mario Cuomo (CC Irno), Vincenzo Abbagnale (CN Stabia), Luca Parlato (Marina Militare), Andrea Kiraz-timoniere (CC Saturnia), deciso a migliorare l’ottavo posto del 2012. In gara pure il quattro di coppia pesi leggeri delle ragazze Greta Masserano (CUS Torino), Francesca Fava (SC Bissolati), Alessandra Derme, Francesca Contini (Canottieri Gavirate) che dovrà difendere il secondo posto ottenuto lo scorso anno a Trakai. Il due senza pielle di Francesco Schisano e Vincenzo Serpico (CN Stabia) è arrivato a Linz con l’obiettivo minimo di mantenere al collo l’oro iridato vinto nel mondiale lituano. Una barca collaudata forte anche dell’esperienza in coppa del mondo dove si è piazzata sesta. Verso le 16 sarà la volta del due senza femminile di Beatrice Arcangiolini (SC Firenze) e Gaia Marzari (SC Lario). Due batterie con undici concorrenti, compresa l’Italia che non era presente nello scorso mondiale. Attesissima la gara del quattro di coppia femminile di Sara Magnaghi (SC Moltrasio), Giada Colombo (SC Tritium), Alessandra Patelli (SC Sile), Cecilia Bellati (SC Diadora), una barca che per metà è la stessa piazzatasi quarta nella Coppa del Mondo di Lucerna e, quindi, con ottime possibilità di migliorare il quinto posto di Trakai. Chiudono la prima tornata di eliminatorie il quattro senza di Matteo Borsini (SC Limite), Pietro Zileri Dal Verme (SC Firenze), Roberto Bianco (Fiamme Oro), Cesare Gabbia (SC Elpis), e i due singoli pesi leggeri e assoluti uomini, rispettivamente, di Federico Gherzi (SC Esperia) e Francesco Cardaioli (SC Padova), quest’ultimo ripresosi dall’ultimo malanno che lo ha tenuto lontano per un breve periodo dai remi, ed arrivato a Linz, dopo la medaglia d’oro mediterranea di Mersin, con una forte “fame da podio”. Il programma di giovedì 25 prevede: dalle 9.30 alle 13.14 ultima serie di eliminatorie; dalle 15 alle 16.45 primi ripescaggi.





Nessun commento