Birra Morena - Birra Winner

Ultim'Ora

Bitritto (Ba). Feriscono a pistolettate un 48enne per futili motivi. In poco tempo arrestati gli autori

I cc. di Bitritto in servizio di controllo. (foto) ndr.

di Redazione

BITRITTO (BA), 12 OTT. - A poche ore dall’agguato avvenuto la sera dello scorso mercoledì, a Bitritto, ai danni del 48enne Saverio Esposito, sono stati identificati ed arrestati i responsabili. Si tratta di Vito Rossini, 52enne del luogo, noto alle forze dell’ordine e di un 20enne incensurato di Sannicandro di Bari, arrestati dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Modugno e della Stazione di Bitritto, con le accuse di tentato omicidio e detenzione abusiva di armi. Erano da poco passate le 18, quando in via Diaz, durante un diverbio scaturito da futili motivi tra la vittima è il più grande dei due attentatori, questi ultimi hanno esploso nove colpi di pistola cal. 7,65 ferendo la vittima all’addome, a entrambi gli arti inferiori e al braccio destro, senza tuttavia ridurlo in fin di vita. La libertà per il 52enne è durata pochissimo, atteso che i militari, giusto il tempo di raccogliere le prime testimonianze, in modo particolare quella resa dalla vittima, lo hanno rintracciato e tratto in arresto. Qualche ora in più, invece, è servita per indurre il più giovane, pressato dalle asfissianti ricerche attuate dai carabinieri, a costituirsi presso la caserma del luogo. I due, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari sono stati rinchiusi nel carcere del capoluogo. Sono tuttora in corso le ricerche dell’arma, non ancora rinvenuta.





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***

Nessun commento