Birra Morena - Birra Winner

Ultim'Ora

Triggiano (Ba). Deteneva una pistola modificata nascondendola in un calzino. Arrestato dai cc. [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

La pistola sequestrata. (foto cc.) ndr.

di Redazione

TRIGGIANO (BA), 24 OTT. - I Carabinieri della Compagnia di Triggiano hanno arrestato un 19enne del luogo ritenuto responsabile di detenzione illegale di armi e munizioni e alterazione di armi. Nel corso di un controllo eseguito all’interno dell’abitazione del giovane i militari hanno trovato, ben nascosta all’interno di un calzino, una pistola semiautomatica, modificata abilmente con la sostituzione della canna per consentirle di fare fuoco. Nell’arma, pronta all’uso, un serbatoio contenente 5 cartucce calibro 9, il tutto sottoposto a sequestro. L’arma sarà sottoposta ad accertamenti balistici da parte di personale specializzato della Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale di Bari mentre il 19enne, dopo la convalida dell’arresto, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, è stato condannato a 8 mesi di reclusione e rimesso in libertà con pena sospesa. 

ACCUSA UN MALORE MENTRE PASSEGGIA E SI ACCASCIA. SOCCORSO DAI CARABINIERI 

I Carabinieri della Stazione di Trani, durante un servizio esterno di pattuglia, hanno soccorso un cittadino italiano 40enne che, mentre passeggiava prima di recarsi al lavoro, ha accusato un malore. La segnalazione, giunta al 112 da parte di un passante che notava la figura di una persona riversa sul selciato, ha consentito l’immediato invio della pattuglia nei pressi di una nota pizzeria sulla SS16, nel tratto ricompreso tra Trani e Bisceglie. Non appena arrivati i militari hanno notato un uomo, operaio nativo della città di Andria ma residente nel centro tranese, accasciato su di un muretto, con le mani al petto ed in evidente stato di sofferenza. I timori di un attacco cardiaco in atto e le difficoltà motorie del malcapitato sono state superate soltanto grazie all’intraprendenza dei militari dell’Arma che, compresa la potenziale pericolosità della situazione, hanno aiutato l’uomo a salire sull’autovettura di servizio, conducendolo immediatamente in emergenza presso l’Ospedale di Trani. Al termine delle visite mediche di rito, solo il ricordo di una brutta esperienza: al cittadino, immune da patologie gravi in atto, venivano diagnosticate esclusivamente delle, seppur serie, difficoltà respiratorie superabili con terapie a domicilio. 

CONVERSANO (BA): TENTA FURTO IN ABITAZIONE VENENDO SORPRESO DAL PROPRIETARIO. IDENTIFICATO E ARRESTATO DAI CARABINIERI 

I Carabinieri della Stazione di Conversano hanno arrestato un 37enne del luogo, già noto alle Forze dell’Ordine per reati contro il patrimonio, ritenuto responsabile di tentato furto aggravato in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal GIP del Tribunale di Bari su richiesta della locale Procura della Repubblica. I fatti risalgono al 29 dello scorso mese di settembre quando l’uomo, previa forzatura della porta di ingresso, si sarebbe introdotto in un’abitazione rurale del posto, venendo sorpreso dal proprietario mentre rovistava nelle stanze, dandosi a precipitosa fuga. Sul posto, su segnalazione al numero di emergenza “112” effettuata proprio dalla vittima, sono intervenuti i carabinieri che sulla base di una frammentaria descrizione del malfattore fornita dal malcapitato sono riusciti comunque ad identificare il 37enne che si rendeva irreperibile. Sul suo conto i militari hanno quindi raccolto numerosi elementi di responsabilità che hanno consentito all’A.G. di emettere il provvedimento restrittivo eseguito dai carabinieri. Rintracciato e tratto in arresto il 37enne è stato collocato ai domiciliari. 

La droga e il materiale sequestrato. (foto cc.) ndr.
PUTIGNANO (BA): CONTROLLI ANTIDROGA DEI CARABINIERI. UN ARRESTO E UNA DENUNCIA 

Si è concluso con un arresto ed una denuncia in stato di libertà un servizio antidroga attuato dai Carabinieri della Stazione di Putignano. A finire nella rete dei controlli due giovani del posto, un diciottenne ed una minore ritenuti responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I due sono stati sorpresi e bloccati mentre confezionavano uno spinello all’interno di uno stabile abbandonato. Sottoposti a perquisizione, i militari hanno trovato nella disponibilità del 18enne diciotto dosi di marijuana, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento della sostanza, il tutto sottoposto a sequestro. Tratto in arresto Il giovane su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, è stato collocato ai domiciliari mentre la complice deferita in stato di libertà. Dopo la convalida dell’arresto il 18enne è stato sottoposto all’obbligo di presentazione alla P.G..





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***

Nessun commento