Birra Morena - Birra Winner

Ultim'Ora

Bitonto (Ba). Festa della legalita’. I carabinieri incontrano gli studenti

Una immagine della cerimonia. (foto cc.) ndr.

di Redazione

BARI, 18 MAG. (COMUNICATO STAMPA) - Questa mattina con inizio alle ore 09.00 presso lo stadio degli Ulivi di Bitonto si è svolta una manifestazione scolastica denominata “Sport, amicizia e creatività giovanile: festa delle legalità”. L’iniziativa, già alla sua 4^ edizione e organizzata dal Dirigente dell’Istituto Tecnico Tecnologica “A.Volta” di Bitonto con il patrocinio della locale Amministrazione, è rivolta agli studenti delle scuole superiori e medie di quel comune ed è finalizzata a sensibilizzare i giovani sui temi della legalità attraverso lo sport nonché porre l’accento sull’importanza che riveste la sinergia tra la Scuola e le Forze dell’Ordine. All’iniziativa hanno preso parte il Comandante della Compagnia di Molfetta, Cap. Vito Ingrosso e della Stazione di Bitonto, Lgt Marcello Salvatore Presicce che, al termine di una breve dimostrazione didattica da parte di una unità cinofila del Nucleo CC di Modugno, hanno esposto agli studenti quelle che sono le attività istituzionali dell’Arma. In particolare l’Ufficiale si è soffermato sull’organizzazione sportiva dell’Arma costituita dal “Centro Sportivo Carabinieri” con sede a Roma e articolato in 10 Sezioni dislocate in tutta Italia. A Roma ne operano sei (Equitazione, Judo, Pentathlon Moderno e Triathlon, Scherma, Taekwondo e Tiro a Segno e Tiro a Volo) mentre le altre quattro si trovano a Selva di Val Gardena (Sport Invernali), Bologna (Atletica), Livorno (Paracadutismo Sportivo) e Napoli (Nuoto). Il Centro Sportivo Carabinieri ha il compito di coordinare, dirigere e sostenere tutte le attività svolte nel settore con il fine di promuovere l’immagine dell’Arma attraverso i risultati dei carabinieri-atleti che sono tutti atleti di elevato profilo qualitativo e nella maggior parte dei casi sono inseriti nelle rappresentative nazionali delle varie discipline. Il contributo del Centro Sportivo Carabinieri allo sport nazionale è enorme e a livello organizzativo e funzionale si traduce con un’importante convenzione tra il Ministero della Difesa ed il CONI che regola i rapporti con le Federazioni Sportive ed il CONI stesso; l’accordo prevede che i corpi dello Stato, compreso il Centro Sportivo Carabinieri, mettano a disposizione delle Federazioni i propri atleti e tecnici per le composizioni delle squadre nazionali.





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***

Nessun commento