Ultim'Ora

Attualità. Foggia, “Largo Donne vittime di violenza”, uno spazio in loro ricordo

Foggia, “Largo Donne vittime di violenza”, uno spazio in loro ricordo (foto N. Baratta) ndr.
di Nico Baratta

FOGGIA, 8 MAR. - Voluto e curato dai residenti dell’area interessata il largo tra l’incrocio di Viale Ofanto e Via Silvio Pellico, a Foggia, questa mattina ha formalmente un nome: “Largo Donne vittime di violenza”.

La nuova denominazione è stata adottata con Deliberazione di Giunta n. 14 del 30/1/2018. Il Sindaco di Foggia Franco Landella ha subito accolto la proposta presentata dalla Presidente della Consulta comunale Parità e Pari Opportunità, la consigliera Ilaria Mari, che aveva fatto propria l’istanza della rappresentante di Confindustria Foggia in commissione, Daniela Eronia. Una idea che deriva anche dalle sollecitazioni rivolte a tutti i Comuni italiani da Maria Pia Ercolini, che ha creato nel 2012 il gruppo Facebook “Toponomastica Femminile” «con l'idea di impostare ricerche, pubblicare dati e fare pressioni su ogni singolo territorio affinché strade, piazze, giardini e luoghi urbani fare pressioni su ogni singolo territorio affinché strade, piazze, giardini e luoghi urbani in senso lato, siano dedicati alle donne per compensare l'evidente sessismo che caratterizza l'attuale odonomastica».

Alla cerimonia hanno preso parte la Vice Sindaco, Erminia Roberto, la Presidente della Consulta comunale Parità e Pari Opportunità, Ilaria Mari, e loro componenti, altri rappresentanti dell’Amministrazione comunale e delle istituzioni del territorio.
C’era anche il già Assessore al Comune di Foggia Matteo Morlino, padre di Carmela Morlino uccisa dal suo ex marito il 12 marzo 2015, una presenza voluta fortemente da tutte e tutti, che testimonia la vicinanza al dolore ma anche la tenacia di andare avanti e lavorare per evitare simili tragedie, frutto di barbarie umane.
All’inaugurazione c’è stata molta affluenza, con grande partecipazione, commossa; non son mancate le lacrime in ricordo delle vittime di abusi  di soprusi  verso le donne, quei femminicidi tanto cruenti quanto irragionevoli come è accaduto a Carmela.

Foggia, “Largo Donne vittime di violenza”, uno spazio in loro ricordo (foto N. Baratta) ndr.
«Questa la chiamerei la Giornata della Donna, non festa, perché questa data è celebrata per le donne vittime. La donna andrebbe festeggiata ogni giorno perché è parte importante della vita quotidiana, di quella sociale e familiare» ha dichiarato la Vice Sindaco, Erminia Roberto.

«È una iniziativa significativa -ha dichiarato il Sindaco Landella- che simboleggia l’impegno di questa Amministrazione contro la violenza sulle donne, sotto qualsiasi veste questa si presenti. Abbiamo promosso con entusiasmo eventi per combattere questo fenomeno e abbiamo partecipato, anche con il patrocinio dell’ente, ad ogni manifestazione organizzata dalla società civile in tal senso. Questo impegno non avrà flessioni: non dobbiamo lasciare nulla di intentato per invertire una tendenza che cresce in modo preoccupante e intollerabile».

©NicoBaratta all rights reserved - Tutti i diritti sono riservati

lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento