Ultim'Ora

Cronaca. Foggia, sequestro di droga e di armi delle FF.OO. mentre la Polstrada riporata a casa due minorenni

Auto delle FF.OO. (foto web) ndr.
di Redazione

FOGGIA, 03 MAR. (Com. St.) - L’attività di controllo del territorio da parte delle FF.OO. in questo weekend sta portando gli attesi risultati. Sono tre, per ora, le azioni messe in campo dagli agenti, in particolare il sequestro di sostanze stupefacenti e relativi arresti dei pusher e il ritrovamenti di armi occultate. Mentre la Polstrada riesce a riportare a casa due minori fuggiti per la classica "fuitina". Ecco i comunicati delle Forze dell’Ordine.

La Polizia sequestra droga e arresta i pusher

Alle ore 14.00 circa di ieri, nello svolgimento dell’attività di controllo del territorio, intensificando i passaggi e i controlli nelle zone ove spesso si concretizzano attività dedite allo spaccio di sostanze stupefacenti, gli Agenti della Polizia di Stato del Reparto Prevenzione Crimine hanno arrestato PRINCIPE Carlo, pluripregiudicato, classe 1960, foggiano, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Gli Agenti del Reparto Prevenzione Crimine, nel transitare in Piazza XX Settembre, hanno notato una Audi di colore grigio e insospettiti dalla condotta del conducente, PRINCIPE Carlo, fin da subito in stato di agitazione e nervosismo, hanno deciso di procedere ad un controllo.
L’attività di perquisizione del PRINCIPE e del veicolo ha permesso di far rinvenire agli Agenti 14 grammi circa di marijuana suddivise in più dosi occultate all’interno del giubbino del malvivente, 1 involucro in cellophane contente 15 dosi di hashish del peso complessivo di 15 grammi circa  e svariate banconote arrotolate, di piccolo taglio, per la somma complessiva di 410 euro.
Le circostanze hanno reso necessario altresì la perquisizione dell’abitazione del malvivente, all’interno della quale sono state rinvenute all’interno della stessa ulteriori 40 grammi di hashish, 9 grammi di hashish suddivise in dosi e un bilancino di precisione. La sostanza stupefacente e il materiale per il confezionamento sono stati sequestrati.
L’arrestato, messo a disposizione dell’A.G. competente, è in attesa dell’udienza per direttissima.
Continua senza sosta l’attività di controllo del territorio della Polizia di Stato e l’attività di contrasto e repressione ai reati inerenti lo spaccio di sostanza stupefacente.


Per amore si allontanano di casa. Era una "fuitina". La Polstrada li ritrova

Nella tarda serata del 01 marzo u.s., la pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Foggia,in servizio di vigilanza sull’autostrada A/14, riceveva una nota radio dal  Centro Operativo Polizia Stradale di Bari circa il possibile transito di un autobus con a bordo un ragazzo e una ragazza di minore età, di cui i parenti, residenti a nella provincia di Crotone, avevano denunciato l’allontanamento.
Poco dopo la mezzanotte, la pattuglia, già in allerta, notava transitare un autobus che poteva corrispondere a quello ricercato. Procedeva pertanto al suo controllo e, tra i vari passeggeri, riusciva a individuare la  ragazza , di anni 17, ed il ragazzo di anni 16.
Gli stessi venivano  presi in custodia dagli agenti, ai quali riferivano di essere diretti da parenti a Torino.
La fuga dei minori, pertanto, appariva essere con tutta evidenza la classica “fuitina” in cerca di un futuro condiviso.
Poco dopo venivano rassicurati i genitori circa il ritrovamento dei propri figli e, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Bari, in attesa del loro arrivo, venivano affidati a una struttura specializzata per la ricezione dei minori.
    
Manfredonia, i  Carabinieri “Cacciatori” ritrovano fucile occultato nei boschi di Vieste

Nei giorni scorsi, nel corso di uno dei servizi di rastrellamento ormai da tempo in atto su tutto il Gargano, i Carabinieri della Tenenza di Vieste, con i colleghi della Compagnia di Intervento Operativo dell’11° Reggimento "Puglia" e degli Squadroni Eliportati Cacciatori di Calabria e Sicilia, in località Costella del comune di Vieste perlustrando una delle tante strade sterrate del territorio hanno notato un cumulo di pietre “strano”, anomalo per posizione e fattura, accanto al quale vi era un tappetino di auto.
I militari hanno quindi ispezionato approfonditamente l'ammasso di pietre, rimuovendolo, e, ben occultato in una fossa scavata al di sotto, hanno scoperto un sacco di cellophane nero legato con uno spago.
Aperto con le dovute accortezze l’involucro sospetto, i Carabinieri hanno trovato il fucile, con matricola abrasa, smontato e accuratamente avvolto in una stoffa oleata, a ripararlo dall'umidità.
Chi ve lo aveva nascosto aveva avuto l'accortezza di scegliere una zona demaniale, pertanto non addebitabile a sé, ma comunque facilmente accessibile all’occorrenza.
Opportunamente repertato e sequestrato, il fucile, assieme al materiale con il quale è stato rinvenuto, sarà ora sottoposto a tutti i necessari accertamenti tecnici volti a verificare se sia stato utilizzato in qualche atto criminale o, comunque, utile a risalire all’identità del suo possessore.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento