Ultim'Ora

Sport. Calcio. Il Foggia Incedit pareggia 2 a 2 con il GS Troia e vola in Prima Categoria

L'esultanza del Foggia Incedit (foto ASD Calcio Foggia Incedit) ndr.
di Nico Baratta

FOGGIA, 20 MAR. - Un pareggio che vale la promozione #lacapolistaseneva

Ce l’hanno fatta “I Canarini di Foggia”. Con un pareggio di 2 a 2 contro il GS Troia, il Foggia Incedit conquista la vittoria del campionato di Seconda Categoria, volando in Prima.
Sul campo del “Nuovo Stadio Comunale” di Troia, l’Incedit colleziona la diciassettesima continua prestazione positiva, quindici vinte e due pareggiate. Lo fa contro una squadra ostica, ben messa in campo che non ha regalato nulla alla capoclassifica. Il pareggio di oggi ci sta tutto e grazie ai predetti risultati, oggi l’Incedit dopo nove anni ritorna in Prima Categoria. La matematica la promuove con quattro giornate d’anticipo, con 51 punti in calssifica, riposo compreso, ed anche con una Gioventù Calcio Cerignola che oggi vincendo si porta a 40 punti, compresivi della vittoria a tavolino sul Carpino Calcio ritirata e retrocessa. A seguire c’è la M.S. Manfredonia che perdendo a Vieste cede il secondo posto agli ofantini. La partita era valevole per la ventiduesima giornata, nona del girone di ritorno, del campionato di calcio dilettantistico di Seconda Categoria, girone A, Puglia, diretta dal sig. Daniele Consales della sezione di Foggia. Tucci rimane capocannoniere.
Primo tempo pressochè bilanciato tra le due formazioni, con possesso palla più dei foggiani. Il Foggia Incedit scende in campo con la tenuta gialla, mentre il GS Troia con la casacca verde. Da subito, al 5’ minuto il Foggia Incedit imprime il suo marchio, passando in vantaggio. Sugli sviluppi di un fallo laterale Salvatore “Sasà” Bruno riceve palla, portandosi al limite del’area avversaria, serve Guerra che insacca. GS Troia 0 - Foggia Incedit 1. I padroni di casa non si scoraggiano e attaccano, specie su contropiede. La partita entra nel vivo, anche nel gioco duro e maschio. In tre quelli del Troia marcano chiunque si avvicini nella loro area, consci della rapidità e buon gioco degli ospiti. Al 15’ è il Troia a impesierire gli ospiti, con un tiro dal limite che finisce sul fondo. La partita continua con un andirivieni da entrambe le aree, senza mai impegnare D’Elia. Intanto in campo si denota tensione, con alcuni falli d’incontro. Al 34’ il Foggia Incedit poteva siglare la seconda rete. Tucci lanciato a rete, dall’arbitro, viene fermato in ritardo in un off-side inesistente. Dopo quattro minuti è il GS Troia a sfiorare il goal. La difesa dell’Incedit perde il controllo del pallone per un passaggio arretrato e la punta di casa tenta il tiro, ma finisce sul fondo. I Canarini vogliono chiudere i conti e al 42’ ottengono una punizione dal limite. Batte Bruno che lancia la palla nella mischia dell’area di rigore ma l’estremo difensore del Troia intercetta e neutralizza.
Il Secondo tempo inizia e c’è il doppio vantaggio dei foggiani. Tucci batte l’inizio del tempo, serve Bruno che dribbla un avversario, alza la testa, osserva i suoi compagni e serve Di Viesti che in diagonale dall’area piccola buca a porta del Troia. GS Troia 0 - Foggia Incedit 2. Pare tutto facile ed invece il Troia vuole uscire indenne. Gioca e pressa e al 51’ trova la rete con Marracino, che su lancio da centrocampo aggancia il pallone, scarta un difensore, tira, D’Elia devia e va a terra e sul rimbalzo l’11 del Troia segna. GS Troia 1 - Foggia Incedit 2. Il Troia ci crede e tenta il tutto per tutto. Il Foggia Incedit accusa il colpo e s’innervosisce, concedendo qualche spazio in più ai padroni di casa. Al 58’ Liberato del GS Troia, dopo un malinteso dei difensori ospiti, al volo si trova la palla sul piede e calcia, superando D’Elia. È il pareggio. GS Troia 2 - Foggia Incedit 2. I foggiani accusano il colpo ma non demordono. Attaccano, mentre il Troia si chiude su ogni palla. Nel frattempo Mister La Salandra fa entrare un’altra punta, Stramaglia al posto di Guerra.  Il Troia cerca la rete ma il Foggia chiude e rilancia. Tucci al 70’ viene fermato nuovamente in un fuori gioco dubbio. Due minuti dopo il GS Troia rimane in dieci per l’espulsione di Veneziano, che prima commette fallo e poi protesta. A far visita anzitempo agli spogliatoi, dopo solo nove minuti, è Azzarone dell’Incedit, per doppio fallo. Da li alla conclusione il Foggia Incedit amministra il pari fino al fischio, dopo quattro minuti di recupero, del sig. Consales. Il Foggia Incedit vola a 51 punti e vince il campionato con quattro giornate d’anticipo, salendo in Prima Categoria.
«Finalmente oggi siamo riusciti a raggiungere il nostro obiettivo prefissato da inizio campionato –dichiara a bordo campo il Capitano del Foggia Incedit,  Francesco Paolo Morelli- . Sono stati mesi molto intensi, di duro lavoro e nonostante l’avvio altalenante siamo riusciti a portare a casa, con 17 continui risultati utili positivi, la tanto meritata promozione in Prima Categoria. Sin dall’inizio sì è costituito un bel gruppo, molto affiatato dentro e fuori il campo e nello spogliatoio. Un obiettivo raggiunto presto, grazie anche alle capacità del nostro Mister Enrico La Salandra che ha creduto in noi. A lui va il nostro ringraziamento –Capitan Morelli continua con fierezza- . Con lui siamo cresciuti e continueremo a farlo. Come Capitano di questa splendida compagine, noi calciatori del Foggia Incedit dedichiamo questa nostra vittoria del campionato all’amico, nostro fotografo, Potito Chiummarulo che due giorni fa ha subito un grave lutto in famiglia con la dipartita della cara suocera, e gli siamo vicini. Ringrazio a nome di tutta la squadra la società del Foggia Incedit, il Presidente e il suo Vice, i dirigenti che ci son sati sempre vicini e presenti, lo staff della comunicazione che oltre alla costante presenza a bordo campo e sugli spalti ci hanno dato la possibilità di farci conoscere a Foggia e ovunque. Ringrazio di cuore i nostri tifosi, che ci hanno supportati, incitati, spinti, come se uniti formassero quel dodicesimo uomo in campo. Davvero grazie. Sono felice di esser di questa compagine che personalmente mi ha permesso di esprimermi in campo e fuori, di giocare un buon calcio. Sono contento perché ho trovato una meravigliosa società, con compagni di gioco di ottimo livello e amicizia. Mi sento –conlcude Capitan Morelli - gratificato, come lo sono i miei compagni di squadra, di aver trovato nel Foggia Incedit persone pronte a darci forza e quella famosa e salutare pacca sulla spalla». 
E la felicità la finalmente la si legge sul volto del Mister La Salandra, che per tutto il campionato non ha mai parlato di promozione ed oggi si è liberato dopo il tirplice fischio. «Tutto sommato è stata una partita giocata da entrambe le squadre e il risultato lo testimonia –afferma a fine partita Enrico La Salandra, Mister del Foggia Incedit- . Solo nell’ultimo quarto d’ora, coscienti del risultato delle nostre dirette due inseguitrici, M. Salvemini Manfredonia e Gioventù Calcio Cerignola, abbiamo amministrato il pareggio, così da portare a casa quel punto che ci ha permesso matematicamente di vincere il campionato con quattro giornate di anticipo. Siamo in Prima Categoria ed è questo che ora conta –replica con orgoglio Mister La Salandra-. Questa promozione la volevamo, costruita giorno dopo giorno, dall’inizio del campionato, e ci siamo riusciti. Questa vittoria personalmente insieme ai ragazzi la dedichiamo alla famiglia di Potito Chiummarulo, nostro fotografo, che due giorni fa ha perso la cara suocera. Ora bisogna festeggiare perché i ragazzi se lo meritano. Loro hanno avuto sempre un impegno costante, ligio al dovere, e ciò non è da tutti. Un anno di duro lavoro che oggi è ripagato. Ringrazio la società del Foggia Incedit che mi ha permesso di allestire questa squadra secondo quello che volevo e che avrebbe permesso questo risultato. Ringrazio il Presidente Oronzo Orlando che ha creduto in me e perciò in quello che proponevo, sceglievo e facevo. Ringrazio la dirigenza, lo staff della comunicazione, i tecnici, i sanitari che con il fisioterapista Giuseppe Cota è stato fondamentale nei recuperi dei giocatori, che son stati sempre vicini e presenti, finanche in panchina a confortarmi e incitarmi.  Ora, però, si pensa all’incontro di domenica prossima, perché il campo deve avere la squadra, quella vincente, quella promossa. Poi, dalla settimana dopo la Santa Pasqua si inizierà il percorso che vedrà tutti noi impegnati per la costruzione della squadra che militerà in Prima Categoria. Sono davvero contento perché dopo nove anni il Foggia Incedit ritorna nella categoria superiore, quella Prima che la vide giocare dopo che io la condussi promuovendola nel 2008. E lo dico con orgoglio e soddisfazione –chiosa Enrico La Salandra- perché la Prima Categoria dopo gli anni 60’ è stata la più alta dove ha militato».
Domenica prossima, 25 marzo 2018, Domenica delle Palme, il Foggia Incedit sarà impegnato in casa contro la sua diretta inseguitrice, La Gioventù Calcio Cerignola, oggi vittoriosa per 6 a 0 sull’Academy Sannicandro, piazzatosi seconda a 40 punti. Gli ofantini faranno di tutto per aggiudicarsi il match, per mantenere la seconda posizione insediata dalla M.S. Salvemini, ferma a 38 e oggi perdente per 2 reti a 0 in casa del Vieste. Ovviamente il Foggia Incedit vorrà vincere fino alla fine del campionato, per dimostare la sua superiorità e allungare la serie positiva di vittorie.
La società dell’ASD Calcio Foggia Incedit, come già si sono espressi il Mister e il Capitano, abbraccia fraternamente Potito Chiummarulo, fotografo dello staff della comunicazione, per la perdita della sua cara suocera, dedicandogli questa vittoria di campionato.

#lacapolistaseneva

I Canarini di Foggia son tornati in campo e voleranno.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento