Ultim'Ora

Calcio. Il Foggia perde a Cittadella e saluta i play-off

Il portiere del Foggia Noppert (foto web) ndr
di Mario Schena 

FOGGIA, 28 APR. - Per il Cittadella ultimo baluardo dellla zona play-off la partita col Foggia, in caso di vittoria, avrebbe significato acquisire il diritto agli spareggi per la promozione in A quasi aritmeticamente in quanto i quattro punti di distacco dai rossoneri, immediati inseguitori dei veneti, sarebbero diventati sette. Di contro il Foggia aveva la ghiotta opportunità di portare ad una lunghezza la distanza dalla zona play-off. E’ finita tre a uno per il Cittadella che ha vinto e meritatamente contro un Foggia volenteroso e niente più. Il Cittadella è stato schierato dal suo tecnico Roberto Venturato con il 1-4-4-2, con il classico centrocampo a rombo. E’ stato, per il Foggia davvero un cliente difficile, che si è trovato di fronte una squadra decisamente in salute, che dopo un periodo di appannamento ha ritrovato forma e risultati per arrivare ai play off. Stroppa ci credeva e si è portato ventitré calciatori. 
Sono rimasti a casa, Oliver Kragl, affaticamento muscolare, Francesco Fedato, algia caviglia destra, Mathieu Duhamel, infiammazione tendine d’Achille, e Stefano Tarolli, infiammazione ginocchio destro. E si è schierato con Noppert, al suo esordio tra i pali, tra i pali, Loiacono, Camporese e Calabresi in difesa, a centrocampo Agazzi, Deli, Agnelli, Greco e Rubin, in attacco Mazzeo e Nicastro. Ha diretto Daniele Martinelli della sezione di Roma 2, Martinelli, al 3’ anno in CAN B, ha già diretto il Foggia in 4 occasioni. L'ultima gara arbitrata da Martinelli risale al 27 gennaio 2018, stagione corrente, Virtus Entella-Foggia: la squadra di Mister Stroppa vince grazie alle reti di Oliver Kragl e Fabio Mazzeo, a segnare il gol della bandiera, per la formazione di casa, è stato Andrea La Mantia. Martinelli è stato coadiuvato da Marco Chiocchi della sezione di Foligno e Oreste Muto della sezione di Torre Annunziata. Quarto uomo Davide Andreini della sezione di Forlì. Inizio brillante del Foggia che spinge subito alla ricerca del gol, ma il Cittadella resiste bene e comincia a farsi insidioso al nono con un tiro cross di Vido respinto corto da Noppert sui piedi di Schenetti che tira a colpo sicuro, bravissimo il portiere olandese nell’intercettare la sfera. Al tredicesimo risponde il Foggia con un cross di Rubin per Mazzeo che calcia al volo di destro incredibilmente fuori a porta vuota, ma il gioco era comunque fermo per fuorigioco della punta rossonera. 
Al trentaquattresimo Kouamè lancia in prtofondità Vido che tenta in caduta di battere Noppert che è però bravo a respingere. Al quarantunesimo è ancora pronto Noppert a chiudere la porta a Kouamè pronto a battere in rete. Quattro minuti dopo c’è ancora occasione gol per il Cittadella da una punizione dalla trequarti destra la palla giunge sulla testa di Salvi che, da ottima posizione, manda a lato. Tutti negli spogliatoi, termina a reti bianche il primo tempo. Ripresa con inizio spumeggiante delle due squadre e Cittadella in vantaggio dopo tre minuti grazie ad una papera collettiva tra Noppert e i suoi compagni di difesa che mancano tutti un pallone proveniente dalla sinistra che Kouamè sfiora e mette in rete. Il Foggia accusa il colpo, ma reagisce e sfiora il pari al quattordicesimo con Mazzeo che colpisce il palo alla sinistra di Alfonso. Al diciottesimo Floriano prende il posto di Nicastro e un minuto dopo il Foggia pareggia grazie a Deli che aggancia il pallone in area, rientra sul sinistro e tira sul palo opposto battendo Alfonso.  La gioia del pari dura un minuto. Vido riesce a fare una sponda da terra. La palla finisce a Schenetti che la mette in porta di destro da posizione centrale quasi all´altezza del dischetto. Al ventiseiesimo Beretta prende il posto di Calabresi, costretto ad uscire per crampi. I cambi non sortiscono effetto ed il Cittadella trova il gol che chiude definitivamente la partita a trentesimo con il solito Kouamè, migliore dei suoi, che fornisce l’assist in profondità a Vido che, entra in area e da posizione angolatissima tira sul primo palo dove Noppert non si fa trovare decisamente pronto
Non accade più nulla nonostante i cinque minuti di recupero e le squadre vanno sotto la doccia. Il Cittadella consolida la sua posizione nella griglia play-off, il Foggia probabilmente deve rimandare ogni sogno di gloria alla prossima stagione.


lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento