Ultim'Ora

Teatro. Grande successo per l'Andrea Chenier di Giordano al Petruzzelli di Bari

Una immagine della compagnia teatrale. (foto M.C.) ndr.

di Maria Caravella

BARI, 14 APR. - Grande successo quello dell'Andrea Chenier di Umberto Giordano al Petruzzelli di Bari. L'opera lirica tradizionale, dalle importanti scenografie e dall'impostazione tradizionale convince il pubblico. Lo sfondo narrativo coinvolge gli eventi della Rivoluzione Francese, eventi storici che spesso divengono lo scenario di numerosi melodrammi. L'imponenza degli eventi e la narrazione degli avvenimenti storici, qui divengono motivo di grande attrazione per gli appassionati d'opera. La Fondazione Petruzzelli anche in questa occasione come in tante altre della stagione, nella persona del sovrintendente Massimo Biscardi, ha optato per una scelta indovinata che ha coinvolto un pubblico numeroso e di diversa estrazione. Il pubblico barese infatti, ha avuto l'occasione felice per apprezzare il noto capolavoro di Giordano che nella storia della lirica non è certo fra i più rappresentati. L'edizione ora proposta a Bari è quella andata in scena a Bibao negli anni scorsi con la regia di Alfonso Romero Mora e le scene di Ricardo Sanchez Cuerda. 
La performance si esprime in 4 quadri: un primo atto nel quale la scena della festa nel castello di Cogny si svolge in una atmosfera di grande sfarzo, l'azione si sposta poi in una realtà dimessa quasi a sottolineare il crollo dei fasti nobiliari e l'incalzare delle passioni esaltate dallo spirito rivoluzionario. Una regia coerente e di effetto, capace di mettere in primo piano tutti i personaggi dell'opera in una dimensione di grande conseguenza scenica. Di grande impatto anche la direzione del giovane Maestro Gamba, come anche l'eccellente interpretazione da parte del cast delle voci di grande profondità ed intensità. Il pubblico molto numeroso è stato prodigo di applausi in tutti i momenti della serata, sia nella prima come anche in tutte le repliche, riportando al Petruzzelli l'interesse e la passione per la "Grande Lirica".



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento