Ultim'Ora

Bari. Arrestati dalla Polizia di Stato due scippatori responsabili di diversi colpi messi a segno in città [CRONACA DELLA P.S. ALL'INTERNO]

Due arresti della Polizia a Bari. (foto P.S:) ndr.

di Redazione

BARI, 16 GIU. (Comunicato St.) - Ieri a Bari la Polizia di Stato ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare a carico di Francesco RONCHI, di anni 36 e Adele SALIANO, di anni 33, entrambi pregiudicati. I poliziotti della Sezione Contrasto al Crimine Diffuso della Squadra Mobile di Bari, dopo un’attenta analisi delle denunce, delle testimonianze e delle immagini di alcune telecamere di videosorveglianza, hanno acquisito elementi di responsabilità della coppia in relazione a quattro episodi avvenuti a Bari negli scorsi mesi nei quartieri di San Pasquale, Libertà, Picone e Poggiofranco; gli investigatori hanno infatti ricostruito il loro modus operandi: la coppia, dopo aver individuato la vittima, a bordo di una Vespa, si avventava sulla stessa strappandole collana ed orecchini. La misura cautelare è stata emessa dal G.I.P. su richiesta della Procura della Repubblica di Bari, grazie agli elementi raccolti dagli investigatori sui due soggetti, già destinatari di un precedente provvedimento cautelare emesso per analoghi episodi delittuosi commessi dalla coppia. L’uomo 36enne adesso è in carcere a Bari, mentre la donna 33enne è stata sottoposta agli arresti domiciliari a disposizione della A.G. procedente. 

ARRESTATO A BITONTO UN 41ENNE PER DETENZIONE DI STUPEFACENTI 

Ieri a Bitonto la Polizia di Stato ha arrestato Incantalupo Emanulele, 41enne, con precedenti specifici, per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. Durante un servizio di controllo straordinario del territorio “ad Alto Impatto”, i poliziotti del Commissariato di Bitonto e del Reparto Prevenzione Crimine Puglia hanno colto l’uomo in possesso di svariate dosi di cocaina pronte ad essere smerciate. In una via cittadina il 41enne alla vista di un’auto della Polizia ha tentato di nascondersi; gli agenti insospettiti dall’atteggiamento, lo hanno immediatamente bloccato e perquisito, rinvenendo così indosso al giovane un bilancino e a pochi metri il suo portafogli di cui ha provato a sbarazzarsi che conteneva i suoi documenti, 5 singole dosi di cocaina e alcune banconote di piccolo taglio. Il controllo di Polizia veniva esteso alla sua abitazione, dove venivano recuperate altre dosi di cocaina. L’arrestato è stato posto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. 

- Ieri sera a Bari la Polizia di Stato ha realizzato un servizio straordinario di controllo del territorio in piazza Umberto, volto a contrastare il fenomeno della criminalità straniera e dell’immigrazione irregolare. Nell’ambito del servizio, i poliziotti dell’UPGSP della Questura di Bari hanno controllato ed identificare 40 soggetti di nazionalità straniera. Tra questi, un tunisino, sprovvisto di documenti identificativi, è stato accompagnato presso l’Ufficio Immigrazione, ove si è accertato che lo stesso era destinatario di un Ordine di allontanamento dal territorio nazionale emesso dal Questore di Bari. Inoltre, gli agenti hanno sequestro 1 grammo di Marijuana rinvenuta indosso ad un tunisino, a cui è stato contestato l’illecito amministrativo per l’uso di sostanze stupefacenti. 

ARRESTATI A BARLETTA DUE PUSHER ED UNO SPACCIATORE 

Tre arresti, in due distinte operazioni della Polizia di Stato a Barletta; le manette sono scattate ai polsi di MARTINA Flavio e DIMONTE Luigi, entrambi barlettani rispettivamente di anni 30 e 31, con precedenti di polizia, e di un pluripregiudicato barlettano MASTROPASQUA Mimmo di anni 20, tutti per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Con la collaborazione del Reparto Prevenzione Crimine e della sezione Cinofili di Bari, i poliziotti del locale Commissariato di P.S, arrestando il Martina e il Dimonte, hanno disarticolato una rete di piccoli spacciatori della zona ”Settefrati”. Sono state perquisite le loro abitazioni e un box, situato nella periferia barlettana, di cui entrambi detenevano la chiave d’accesso, all’interno del quale le unità cinofile hanno rinvenuto e sequestrato 150 gr di marijuana e un bilancino di precisione. Il Mastropasqua, individuato quale spacciatore della zona Patalini, pedinato da alcuni agenti che lo hanno veduto interagire con diversi assuntori di sostanze stupefacenti, è stato arrestato dopo un breve inseguimento, durante il quale ha anche tentato di nascondersi tra alcune auto in sosta; durante la perquisizione personale i poliziotti hanno recuperato 10 dosi di cocaina e la somma di 220 euro in banconote di piccolo taglio, ritenute provento dell’illecita attività.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento