Ultim'Ora

Ultim'Ora. Basilicata, inchiesta Servizio Sanitario, ai domiciliari il Presidente Marcello Pittella e altri dirigenti

Il Presidente Marcello Pittella (foto Regione Basilicata) ndr.
di Nico Baratta

POTENZA, 06 LUG. - È appena giunta la notizia che da questa mattina il Presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella (PD), è agli arresti domiciliari per conto della Guardia di Finanza. La misura restrittiva riguarderebbe altre 29, forse 30 persone, tutte nell’ambito di un’inchiesta su presunte illeceità sul Sistema Sanitario Lucano. Le accuse contestate dalle Fiamme Gialle a carico del Presidente Marcello Pittella sono falso e abuso d'ufficio, formulate dopo alcune indagini, iniziate circa un anno e mezzo fa, in seguito a un esposto di un dipendente di una ditta fornitrice di servizi che non aveva ricevuto la sua quota di TFR –Trattamento Fine Rapporto-.

A quanto pare sul PD e sul Sistema Sanitario Lucano cade una brutta tegola, colpendole al cuore.

Difatti, oltre al Presidente Pittella, nell’inchiesta suddetta compaiono due nomi eccellenti delle ASL, quello del Direttore generale dell'ASL di Bari, Vito Montanaro, e del Responsabile dell'Anticorruzione della stessa ASL, l'Avvocato Luigi Fruscio di Barletta, raggiunti da misure cautelari. A questi due pugliesi, ora ai domiciliari, viene contestato un episodio di abuso d'ufficio legato ad un presunto concorso truccato alla ASL di Matera.

L'operazione della Guardia di Finanza nei riguardi del Presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella (PD), riguarderebbe, come detto, falso e abuso d'ufficio riconducibili a concorsi e forniture non regolari. Ovviamente la magistratura inquirente sta facendo il suo corso, come faranno i legali dei manager affinché possano chiarire la posizione dei loro assististi.


lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento