Ultim'Ora

Emergenza Caporalato. La Procura di Foggia dirama i nomi delle vittime dell’incidente Ripalta-Lesina

Il pulmino dove viaggiavano i braccianti (foto ANSA  © Copyright ANSA) ndr.
di Nico Baratta

FOGGIA, 10 AGO. - Le dodici vittime morte nell’incidente stradale tra Ripalta e Lesina, riconducibile presumibilmente al fenomeno del caporalato (c’è un’inchiesta aperta sul caso dalla stessa Procura, oltre che per l’incidente stradale), avvenuto il 06 agosto 2018, hanno un nome. A dichiararlo è la Procura di Foggia, congiuntamente con le Autorità Consolari interessate (Compagnia Carabinieri di San Severo), con un odierno comunicato, prot. n° 3418.
“Con riguardo agli accertamenti dattiloscopici effettuati sulle salme dei dodici soggetti extracomunitari deceduti nel sinistro stradale in oggetto –scrive la Procura-, si comunicano le seguenti generalità emerse dalla comparazione delle impronte digitali prelevate dai cadaveri ed i dati contenuti nella Banca Dati AFIS (Automatic Fingerpint Identification System), centralizzata presso tutte le FF.PP.. Questa PG ha provveduto ad inserire i cartellini post-mortem con le impronte dei cadaveri nel sistema AFIS, che le ha recapitate telematicamente alla Sezione di Dattiloscopia del R.I.S. CC di Roma che ha materialmente effettuato la comparazione informatizzata delle stesse con le impronte già presenti in archivio, restituendo i  sottonotati risultati che attribuiscono in modo univoco le impronte prelevate dalle salme ai seguenti nominativi:

-    Lhassan Goultaine, nato in Marocco nel 1979 (salma presso l’obitorio di San Giovanni Rotondo)
-    Anane Kwase nato in Ghana nel 1984 (obitorio degli Ospedali Riuniti di Foggia)
-    Moussa Toure, nato in Mali nel 1997 (obitorio Ospedali Riuniti di Foggia)
-    Lahcen Haddouch nato in Marocco nel 1997 (obitorio Ospedali Riuniti di Foggia)
-    Joseph Avuku nato in Ghana nel 1994 (obitorio Ospedali Riuniti di Foggia)
-    Ebere Ujunwa nato in Nigeria nel 1997 (obitorio ospedale di Cerignola)
-    Baofudi Cammara nato in Guinea nel 1996 (obitorio cimitero di Lucera)
-    Alagie Ceesay nato in Gambia nel 1994 (ospedale di Termoli)
-    Alasanna Darboe nato in Gambia nel 1990 (obitorio ospedale Manfredonia)
-    Eric Kwarteng nato in Ghana nel 1986 (obitorio cimitero di Vieste)
-    Romanus Mbeke nato in Nigeria nel 1990 (obitorio cimitero di Lucera)
-    Djoumana DJire nato in Mali nel 1982 (obitorio del cimitero di Vieste)” 
 
Per la cronaca si ribadisce che la Regione Puglia, a proprie spese come comunicato dal Presidente Michele Emiliano, avrebbe iniziato tutte le operazioni per il rimpatrio delle salme nei loro rispettivi paesi di provenienza.


©NicoBaratta all rights reserved - Tutti i diritti sono riservati.
lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento