Ultim'Ora

Bitonto (Ba). Furto con “cavallo di ritorno” 2 arresti

Due arresti della Polizia a Bitonto (Ba). (foto P.S.) ndr.
Pagaci un caffè e ti ridiamo l’auto

di Nicola Losapio

BITONTO (BA), 11 SETT. Alcuni giorni fa, gli uomini del locale Commissariato di Polizia di Stato di Bitonto, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa di misure cautelari emessa dal Tribunale di Bari nei confronti di due uomini del luogo, D.C. 34enne e B.A. 35enne. Il provvedimento cautelare costituisce l’esito di un’articolata attività investigativa avviata dopo la denuncia della vittima oggetto di estorsione con il metodo del “cavallo di ritorno”. Il malcapitato dopo aver subito il furto della sua autovettura, era stato contattato dal 35enne che si era proposto come mediatore ed aveva chiesto un caffè per la restituzione dell’auto. Gli agenti, d’accordo con la vittima, organizzano l’incontro con il mediatore nel luogo prestabilito ove compare un complice, un secondo pregiudicato di Bitonto il 35enne D.C.. Giunti nel luogo dello scambio, il mediatore avvicina la vittima e gli presenta il conto del caffè, “200 euro” e lo rassicura che avrebbe riavuto l’auto nel giro di 30 minuti. Contestualmente, altri agenti a supporto dell’operazione, nel mentre perlustravano la zona, individuano fortunatamente la Fiat Panda della vittima, parcheggiata proprio nei paraggi dello scambio e quindi decidono di bloccare i malviventi evitando così la consegna del denaro e il protrarsi dell’operazione ormai ritenuta conclusa. Per tali motivi, i rei sono stati accompagnati ai locali uffici del Commissariato e dopo le formalità di rito, associati presso



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento