Ultim'Ora

Trani (Bat). Arrestato in via Maiorana un pusher 44enne. Oltre un chilo e mezzo di droga sequestrata, rinvenuta in un vecchio tomaificio di cui aveva la disponibilità

La droga e il materiale sequestrato. (foto cc.) ndr.

di Redazione

TRANI (BT), 17 SETT. (COMUNICATO STAMPA) - Ieri mattina, in via Maiorana, i Carabinieri della Stazione di Trani hanno arrestato P.P. 44enne del luogo per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Era da tempo che i militari tenevano sotto controllo l’abitazione del 44enne, anche perché era stata segnalata come meta di un anomalo via vai di persone negli orari più disparati. I Carabinieri decidevano così di vederci chiaro eseguendo una perquisizione domiciliare, nel corso della quale venivano rinvenuti 2 grammi di hashish dichiarati per uso personale. Consapevoli che la droga che si ricercava poteva trovarsi in altri luoghi e sapendo che il 44enne, in passato, aveva gestito un tomaificio, oggi dismesso, nel corso della perquisizione domiciliare venivano recuperate tutte le chiavi presenti nell’abitazione al fine di reperire quelle necessarie all’accesso alla predetta struttura. Con una delle chiavi che erano nell’abitazione del 44enne, i militari, infatti, aprivano la porta d’ingresso dell’ex tomaificio e si trovavano davanti un vero e proprio laboratorio per lo spaccio della droga. Nel corso della perquisizione venivano rinvenuti in un armadio metallico, 913 grammi di marijuana ed un panetto di sostanza stupefacente tipo hashish del peso di 80 grammi; occultati all’interno di diverse cassette elettriche di derivazione, poste a pochi centimetri dal soffitto, invece, venivano rinvenuti 569 grammi di marijuana, suddivisi in 6 sacchetti di plastica e 11 bustine pronte per la vendita. Infine, all’interno del cassone di una macchina per cucire, venivano recuperati 44 grammi di hashish suddivisi in 9 stecchette pronte per la vendita, oltre a svariato materiale per il confezionamento ed un bilancino di precisione. Ultimate le operazioni, i militari procedevano così all’arresto di P.P., il quale, su disposizione della competente A.G., veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Trani, in attesa di giudizio.

lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento