Ultim'Ora

Teatro. Grande successo al Petruzzelli per Tancredi, regia di Pier Luigi Pizzi

Una immagine dello spettacolo. (foto M. C.) ndr.

di Redazione

BARI, 25 OTT. - Nella nostra regione “Tancredi” di Gioacchino Rossini, in passato, fu rappresentato solo una volta, nel ,'76, all' inaugurazione della seconda edizione del Festival della. Valle d'Itria. Solo ora nel 150mo anniversario del geniale compositore, l'opera è approdata per la prima volta presso il Politeama barese, con grandissimo successo. La storia è ambientata nell'anno mille a Siracusa contesa tra Bisanzio e i Saraceni, con una donna promessa sposa per motivi politici ad un uomo, ma innamorata di un altro. Rossini musicò due finali, uno tragico e uno lieto La nostra rappresentazione ha scelto quello tragico, in un Teatro Petruzzelli entusiasta di questa spettacolare rappresentazione. Per la penultima opera in cartellone la Fondazione Petruzzelli ha portato a Bari un'equipe esperta nelle rappresentazioni rossiniane a cominciare da Pier Luigi Pizzi considerato uno dei maggiori interpreti del compositore pesarese. La sua messinscena astratta è la dimostrazione che il suo allestimento può essere considerato di grande eleganza e bellezza. Bravo il maestro Josè Miguel Perez-Sierra nel dirigere quest'opera, considerata un ponte tra i temi mozartiani e i numerosi presagi del Melodramma italiano tra le opere di Verdi e Puccini. Di effetto la prova del Coro della Fondazione Petruzzelli guidato da Fabrizio Cassi. Tante belle voci nel cast con una particolare menzione per il tenore di grazia italo-americano Michele Angelini, forse un po' troppo giovane nel ruolo dell'anziano Argirio, ma splendidamente efficace nei colori rossiniani.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento