Ultim'Ora

Vela. Circolo della vela Bari vince il Campionato italiano per club 2018

Gare di Campionato. (foto com.) ndr.
Il Club biancorosso conquista la vetta della serie A nel campionato di vela per club “Noi continueremo a impegnarci ma la città ci deve aiutare con una portualità all’altezza procedendo al dragaggio del porto vecchio”

di Redazione

BARI, 01 OTT. (COMUNICATO STAMPA) - Il 2018 si conferma l'anno d'oro per il Circolo della Vela Bari. Con 15 voli per un totale di 45 regate completate, il CV Bari ha vinto a Porto Cervo l’Audi Italian Sailing League. Si tratta del Campionato Italiano per Club 2018 della Lega Italiana Vela, in altre parole la serie A della vela, come la serie a del calcio. Ad organizzare in modo impeccabile la competizione, con sedici equipaggi impegnati per tre giorni di intense regate con un format entusiasmante in uno dei mari più belli d’Italia, lo Yacht Club Costa Smeralda di Porto Cervo. Al secondo e terzo posto della classifica rispettivamente a otto punti in meno l’equipaggio dell’Aeronautica Militare e a tredici quello della Società Canottieri Garda Salò. Al Circolo della Vela Bari è andato anche il Trofeo Banca Aletti; al Club Vela Portocivitanova il titolo come Glam Team, al Club Velico Crotone quello di Young Team e al Circolo Nautico Rimini il premio Fair Play. Con dieci vittorie su quindici prove disputate, il Circolo della Vela Bari - composto da Simone Ferrarese, capitano e timoniere, Valerio Galati, Corrado Capece Minutolo e Leonardo Dinelli – ha conquistato il primo posto in classifica portando a casa il titolo di Campione Nazionale per Club del 2018. Una nota di colore su questa regata è data dalla staffetta padre – figlio al timone della barca biancorossa. Nella selezione di Livorno, valida per la conquista del posto in finale, infatti, Simone aveva dovuto lasciare il timone a suo papà Roberto che conquistando il terzo posto ha garantito l’accesso alla finale. «Il Circolo della Vela Bari è il nuovo Campione Italiano della Lega Italiana Vela - ha dichiarato Simone Ferrarese, timoniere del Circolo della Vela Bari - e ne siamo felicissimi. Ringrazio l'equipaggio, Valerio, Corrado e Leonardo che insieme a me hanno dato il massimo oggi come un mese fa a St. Moritz, dove siamo riusciti a vincere anche il Campionato internazionale della SAILING Champions League. Chissà come andrà l'anno prossimo, non vediamo l'ora di ritornare!». «La gioia è immensa. Abbiamo degli atleti eccezionali a tutti i livelli. Questo significa che la nostra scuola vela era ed è sempre di altissimo livello - commenta Simonetta Lorusso, presidente del CV Bari -. Noi continueremo a mettere tutto il nostro impegno, ma la città deve prendere coscienza di una cosa così importante che sta avvenendo a livello nazionale ed internazionale. E deve aiutarci ad avere una portualità all’altezza, procedendo al dragaggio del porto vecchio». La classifica della finale italiana 2018, valida anche come selezione per il Campionato della SAILING Champions League, vede in quarta posizione lo Yacht Club Gaeta (Ferdinando Colaninno - capitano, Federico Colaninno - timoniere, Luca Baldino, Gaia Bergonzini), che si qualifica quindi insieme ai primi tre team alle regate internazionali. «È stata una giornata impegnativa - ha commentato il Presidente della Lega Italiana Vela, Roberto Emanuele de Felice - gli equipaggi in gara si confermano i migliori d'Italia: la formula veloce e dinamica delle regate LIV richiede capacità di concentrazione e grande affiatamento, qualità che i Club hanno brillantemente dimostrato. Encomiabile le performance del Circolo della Vela Bari classificatosi primo 10 volte su 15. La collaborazione con lo YCCS, la cui efficienza ha permesso di portare a termine un numero così elevato di prove, si conferma ancora una volta vincente, con una grande sinergia dello staff sia in mare sia a terra». "Il circuito della Lega Italiana Vela - ha dichiarato Francesco Ettorre, Presidente FIV - è un circuito importante che la Federazione ha appoggiato sin dall'inizio e che continua ad appoggiare con convinzione. Il format è quello giusto, in linea con il nuovo modo di andare in barca al di fuori di quelle che sono le classi olimpiche. Un grazie sicuramente a tutto il board della LIV per il lavoro che sta facendo, anche nei confronti dei nostri giovani che rappresentano il futuro della nostra vela e dei nostri Club».



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento