Ultim'Ora

Bari. Arrestato 38enne dalla Polizia per segni distintivi contraffatti [CRONACA DELLA P.S. ALL'INTERNO]

Arrestato 38enne a Bari dalla Polizia. (foto P.S.) ndr.

di Redazione

BARI, 31 GEN. (COMUNICATO STAMPA) - Nell’ambito di attività di polizia, tese a prevenire i reati contro il patrimonio, quali i furti in abitazione e i furti di veicoli in sosta, la Polizia di Stato a Bari ha arrestato un 38enne barese, con precedenti di polizia, Ruggieri Donato Fabio, per possesso di segni distintivi contraffatti; il predetto è stato anche denunciato per ricettazione, truffa e sostituzione di persona. I poliziotti del Commissariato di P.S. “Bari Nuova - Carrassi” hanno scoperto all’interno di uno stabile un allaccio abusivo di energia elettrica, circostanza che dava impulso ad una attività d’indagine durante la quale gli agenti identificavano il proprietario della abitazione collegata direttamente al contatore condominiale. L’intervento dei poliziotti, insieme a tecnici specializzati dell’Enel, consentiva di ripristinare il corretto funzionamento del contatore del condominio; circostanza che non impediva al predetto di riallacciarsi, nuovamente e abusivamente, all’impianto elettrico condominiale. Ciò determinava quindi un nuovo intervento degli agenti e del personale tecnico specializzato che ripristinava la corretta fornitura di energia elettrica al condominio. In data 22 gennaio 2019 nelle prime ore della giornata, gli agenti hanno perquisito l’appartamento del Ruggieri ed hanno rinvenuto una pistola lanciarazzi, una paletta recante, oltre al simbolo della Repubblica la scritta “Polizia Municipale - Città di Bari”, nonché un giubbone del medesimo Corpo di Polizia; inoltre sono stati rinvenuti alcuni documenti d’identità e carte di credito e di debito, di provenienza furtiva, nonché alcuni impianti stereo di veicoli di diverse marche anche questi di dubbia provenienza. Nel proseguo dell’indagine è stato appurato che l’arrestato, utilizzando i dati di un ignaro cittadino, aveva sottoscritto a nome di quest’ultimo un contratto per la fornitura di energia elettrica per la sua abitazione. Ciò consentiva alla compagnia erogatrice di procedere al distacco dell’utenza, evitando che potessero essere addebitati costi al malcapitato. 

STAZIONE F.S. DI BARI CENTRALE: UN ARRESTO DELLA POLIZIA FERROVIARIA PER RAPINA IMPROPRIA 

Nel corso di intensificati servizi di prevenzione e repressione per il contrasto di attività di natura illecita in ambito ferroviario, coordinati dal Compartimento della Polizia Ferroviaria Puglia, Basilicata e Molise, martedì scorso personale del Reparto Operativo Polizia Ferroviaria di Bari, durante un giro di perlustrazione nella Stazione F.S. di Bari Centrale, arrestava un uomo di nazionalità georgiana, di anni 35, pregiudicato, quale autore di un episodio di rapina impropria verificatasi all’interno del supermercato DESPAR ubicato in stazione. Lo straniero, che era entrato nell’esercizio commerciale ed aveva prelevato varie scatolette di tonno, succhi di frutta e confezioni di formaggio occultandoli nei suoi abiti, si dirigeva verso l’uscita senza pagare. Fermato in tempo dal cassiere allertato dall’allarme antitaccheggio, non esitava con la sua stazza fisica a spingerlo con violenza pur di guadagnare la fuga. La scena non sfuggiva all’attenzione degli Agenti della Polizia Ferroviaria che erano nei pressi e, intervenuti con tempestività, lo bloccavano recuperando interamente la merce asportata che veniva restituita allo stesso cassiere. L’arrestato, che annovera precedenti penali specifici ed è risultato anche destinatario di un decreto di espulsione del Prefetto di Lecce, al termine delle formalità di rito, veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Bari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento