Ultim'Ora

Bari Agricoltori in rivolta: contro il governo sfilano 3000 gilet arancioni

La manifestazione odierna a Bari. (foto Confagricoltura) ndr.
Invasa piazza Prefettura

di Nicola Losapio

BARI, 07 GEN. - Questa mattina oltre 3000 agricoltori giunti da ogni parte della puglia con svariati mezzi agricoli, prevalentemente trattori, hanno invaso piazza Prefettura di Bari. Un ritrovo e una protesta pacifica annunciata nei giorni scorsi dalla categoria, palesemente contrariata alla legge di bilancio nella quale non sono state inserite alcune richieste avanzate dagli operatori del settore. Il movimento guidato dall’imprenditore agricolo barese Onofrio Spagnoletti Zeuli già presidente di Confagricoltura Puglia, spiega; abbiamo riportato il modello francese ma solo il colore dei gilet, perché noi, siamo più pacifici e più tranquilli, siamo la parte buona del paese, quella che lavora e produce e che viene ripetutamente maltrattata. Siamo qui per cercare un supporto da parte del governo affinché ci riconosca lo stato di calamità delle gelate subite nel febbraio del 2018 e che ci hanno messo in ginocchio, cerchiamo interventi mirati alla Xylella per salvaguardare i nostri uliveti e chiediamo lo sblocco delle risorse del piano sviluppo. Dal palco il Conte Zeuli ha attaccato senza mezzi termini le istituzioni e alcune sue scelte definite dallo stesso inutili e soldi buttati come il reddito di cittadinanza. Durante la manifestazione non sono mancati cori di proteste indirizzate alla Coldiretti (assente) al Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e ad altri rappresentanti governativi. La risonanza della piazza ha sollecitato il Presidente Emiliano che incontrerà già nel pomeriggio il rappresentante della manifestazione, anche il Ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio ha annunciato un incontro a Bari per il 31 gennaio al fine di ascoltare le istanze degli agricoltori.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento