Ultim'Ora

Rimini. Arrestato un cittadino pakistano con 70 kg di marijuana

Arrestato dai CC. cittadini pakistano a Rimini. (foto cc.) ndr.

di Redazione

RIMINI, 20 GEN. (COMUNICATO STAMPA) - I Carabinieri del Nucleo Operativo di Rimini, nell’ambito di specifici servizi finalizzati ad infrenare lo spaccio di stupefacenti nella riviera romagnola e di bloccare i canali di approvvigionamento con cui vengono rifornite le piazze di spaccio riminesi, hanno tratto in arresto M.S., classe ’86, cittadino di origine pakistana. Da alcuni giorni continuavano a pervenire segnalazioni sempre più frequenti da parte di attenti cittadini, relative a movimenti sospetti notati in via Bargellona del comune di Santarcangelo di Romagna (RN), ove, solitamente in orari notturni, veniva notata un’autovettura non meglio indicata che si fermava per alcuni minuti, il cui conducente, dopo essersi allontanato dal veicolo, si allontanava a piedi sulla predetta via, ritornando dopo alcuni minuti con una valigia ed allontanandosi a bordo del mezzo. Tali segnalazioni venivano quindi raccolte dai militari del Nucleo Investigativo ed opportunamente vagliate ed analizzate. Al fine di riscontrare se ai movimenti sospetti segnalati fossero sottese attività delittuose veniva predisposto, in orario serale, un servizio di osservazione nei pressi di via Bargellona, nel corso del quale i militari notavano un soggetto che giungeva sulla predetta via a bordo di un’autovettura BMW di colore grigio, il quale, dopo aver parcheggiato il veicolo, entrava all’interno di un’abitazione portando al seguito un trolley di colore marrone, che per la facilità con cui veniva maneggiato lasciava agevolmente presumere che fosse vuoto. Dopo alcuni minuti l’individuo usciva dal fabbricato, chiudeva a chiave la porta d’ingresso e si avviava verso l’autovettura, portando con sé il trolley, che però a differenza dell’andata veniva trasportato con più fatica, lasciando agevolmente dedurre che a differenza dell’andata contenesse qualcosa. Il soggetto caricava il trolley nel portabagagli del BMW, allontanandosi a bordo del mezzo. 
L’autovettura veniva seguita a distanza dai militari, che dopo alcune centinaia di metri procedevano al controllo del mezzo condotto dal citato soggetto, il quale lasciava sin da subito trasparire segni di nervosismo, apparendo immotivatamente agitato. La successiva perquisizione veicolare consentiva di rinvenire nel trolley riposto nel bagagliaio dell’autovettura quattro pacchi di plastica termosaldata, contenenti complessivamente 4 kg e mezzo di marijuana, mentre sul prevenuto veniva rinvenuta la somma contante di 600,00 euro, ritenuta provento dell’illecita attività di spaccio. La successiva perquisizione domiciliare effettuata presso l’abitazione ove il prevenuto era stato visto uscire nel corso del citato servizio di osservazione, risultata nell’esclusiva disponibilità dell’arrestato, consentiva di rinvenire ulteriori 60 confezioni in cellophane contenenti complessivamente 66 kg circa della medesima sostanza, nonché una bilancia utilizzata per la pesatura dello stupefacente. Il denaro e lo stupefacente, che sul “mercato al dettaglio” avrebbe fruttato circa 700.000,00 euro di illeciti proventi, venivano sottoposti a sequestro penale, mentre l’arrestato, che dovrà rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti, veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Rimini, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento