Ultim'Ora

Vertenza ex Marcegaglia, Perrini: “I colleghi consiglieri del M5S facciano pressioni sul ministro Di Maio per proroga ammortizzatori sociali”

Taranto, panoramica ponte girevole (foto web) ndr.
di Redazione

TARANTO, 09 GEN. (Com. St.) - Dichiarazione del consigliere regionale di Direzione Italia, Renato Perrini.

“I 53 lavoratori dello stabilimento ex Marcegaglia di Taranto non sono lavoratori di serie B. La loro vertenza va ormai avanti dal 2013, ma ora la situazione rischia di precipitare il prossimo 28 novembre quando la mobilità in deroga scadrà. Si tratta di 53 famiglie che non riceveranno più il minimo sostentamento, parliamo di poco più di 700 euro di cassintegrazione. Eppure si tratta di dipendenti che, nel corso degli anni lavorativi, avevano acquisto una serie di competenze professionali spendibili sul mercato e che quindi dovevano essere ricollocati, magari anche con un impegno maggiore da parte della Regione. Bene, quindi, ha fatto l’assessore allo Sviluppo Economico Borraccino a scrivere, questa mattina, al Ministro Di Maio perché conceda un’ulteriore proroga degli ammortizzatori sociali.
Ma in questa battaglia io vorrei che anche i colleghi consiglieri del Movimento 5 Stelle si adoperassero con il loro ministro e capo politico, Di Maio, perché Taranto non sia ancora una volta penalizzata da questo Governo. Magari, e il mio è un auspicio vero non una considerazione ironica, il Ministro è più propenso ad ascoltare le sollecitazione dei ‘suoi’ consiglieri regionali e meno quelle della Giunta Emiliano”.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento