Ultim'Ora

Primarie. Rapanà: Una scelta consapevole: il sostegno al candidato Sindaco di centro destra Pasquale Di Rella

L'avv. Michele Rapanà (foto com.) ndr.

di Redazione

BARI, 8 MAR. (COMUNICATO STAMPA) - All’esito della mia ultima dichiarazione, in molti mi hanno chiesto quale sarebbero state le mie decisioni in ordine ad un progetto politico iniziato da tempo e attualmente connotato dall’autonomia e dall’indipendenza. Ho volutamente atteso l’esito delle primarie di centro destra a Bari, prima di rendere pubblica la mia posizione, nota a chi continua a seguirmi e sostenermi e, per certi versi, alquanto scontata. Sebbene ci siano state richieste di partecipazione in prima persona alle primarie, ho reputato opportuno (a distanza di pochi mesi dalla mia comunicazione di intenti), non assecondarle (se pur lusingato e anche un po’ sorpreso), innanzitutto per ragioni di onestà e lealtà verso chi mi ha lanciato in un progetto politico e con cui ho condiviso un percorso importante e produttivo. In ogni caso, la mia partecipazione non sarebbe stata funzionale al raggiungimento dell’obiettivo. L’obiettivo doveva essere quello di individuare il miglior candidato Sindaco, che potesse costituire un’alternativa ad anni di governo cittadino di centro sinistra, tenendo unita la coalizione, senza far prevalere personalismi, prese di posizione o candidature calate dall’alto.
Una notevole parte dell’elettorato di centrodestra ha tracciato la rotta e si può sostenere, senza tema di smentita, che Pasquale Di Rella sia il Candidato che al meglio rappresenta le caratteristiche suddette. Pasquale Di Rella aveva già iniziato un percorso politico di alternativa al Sindaco uscente, constatando sin da subito il mancato rispetto di quelle che erano le premesse elettorali, facendo una scelta, a mio avviso, coerente con gli obiettivi prefissati per la città di Bari. Non si potrà dire, quindi, che si sia proposto, ma di contro che sia stato invitato a partecipare al tavolo di coalizione, che poi ha dato il via alle primarie; pertanto non si può parlare in questo caso di scelte calate dall’alto, né tanto meno dettate da personalismi. Maturata la consapevolezza personale di tali aspetti, chiarificatore è stato il recente incontro lungo e costruttivo, avuto con Pasquale Di Rella, dopo la vittoria delle primarie. 
Abbiamo condiviso diversi aspetti, tanto personali, legati alle nostre radici culturali ed al nostro vissuto, quanto di natura strettamente politica. Al netto dei temi sociali e della sua vicinanza alla popolazione barese (temi notoriamente a me tanto cari), mi interessava sapere se il candidato della coalizione di centro destra fosse pronto a rappresentare non solo l’elettorato vicino alla destra sociale ed ai moderati in senso più ampio, ma anche a quell’elettorato portatore di ideologie liberali. Mi riferisco ai liberi professionisti ed agli imprenditori, che mai come in questo momento storico appaiono a tratti dimenticati o considerati solo quale “serbatoio” da cui attingere, mediante continua pressione fiscale ed incombenze varie, per finanziare politiche di natura assistenziale, ma non risolutiva. Ho ricevuto risposte confortanti, trovando di fronte un uomo consapevole di essere il rappresentate per la città di Bari di tutto il variegato elettorato di centro destra. Molti conoscono i miei principi ispiratori e soprattutto la mia idea di governo. Ho sempre reputato che in questo momento storico, per risollevare (tanto a livello nazionale, quanto locale e regionale) le sorti del nostro Paese, ci sia bisogno di competenza e di tecnicismo (caratteristiche riconosciute nel Candidato Sindaco Pasquale Di Rella) La realizzazione in via autonoma di un progetto politico (prosecuzione di quello già intrapreso), che ponga i professionisti al servizio del bene comune è in divenire e presto, insieme agli altri amici che ne faranno parte, ne daremo notizia. 
Altro elemento di contatto è la questione Edilizia Giudiziaria, battaglia che ha visto la realtà da me precedentemente rappresentata, esporsi con iniziative e partecipazioni ormai note. Per tutte queste ragioni, non essendo mai stata in dubbio la mia collocazione ideologica nel centro destra (anche per noti motivi storico-familiari), sosterrò e sosterremo il Candidato Sindaco Pasquale Di Rella.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento