Ultim'Ora

Doppio Consiglio dei Ministri. Nel pomeriggio le nomine in serata sicurezza bis e aiuti alle famiglie

Salvini, Conte e Di Maio. (foto AdnKronos) ndr.
Salvini annuncia una diretta Facebook alle 23.30 

di Redazione

ROMA, 20 MAG. (ADNKRONOS) - Doppio appuntamento per il Consiglio dei ministri, convocato questo pomeriggio prima alle 16 e poi alle 20.30, quando sarà ripreso per affrontare i dossier più corposi. Alle 16 si terrà la prima seduta, con all'odg le nomine in scadenza, relative al nuovo comandante generale della Gdf e al ragioniere generale dello Stato, più approvazione delle leggi regionali. I membri del governo si rivedranno poi alle 20.30 per un aggiornamento sulla parte politica, legata ai due decreti, quello sulla famiglia e quello sulla sicurezza bis. All'odg anche il disegno di legge di riforma della magistratura onoraria. A quanto si apprende da fonti di via Arenula, ci sarebbe stato un intervento 'in extremis' del ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, per togliere dal disegno di legge la disposizione che prevedeva di estendere la possibilità di tenere udienze ad altre categorie in aggiunta alla magistratura onoraria. 

La norma è stata quindi espunta e a palazzo Chigi dovrebbe approdare il testo concordato con le associazioni rappresentative dei magistrati onorari. Quanto al dl sicurezza e al dl famiglia, entrambe le norme sono state, negli ultimi giorni, al centro della discussione accesa tra il due vicepremier, con Salvini che in mattinata ha ribadito di avere pronto il decreto da portare a Palazzo Chigi. "Sono qui apposta, il Dl sicurezza è pronto, è stato mandato a tutti gli uffici e i ministeri" ha confermato a 'Coffee break' su La7. Sul contenuto del decreto sicurezza bis, però, Di Maio avverte: "Se ci sono dentro le norme sui rimpatri sono d'accordo, se invece deve essere solo una trovata elettorale senza sostanza allora vuol dire che si stanno prendendo in giro gli italiani". "Vediamo - ha aggiunto il leader pentastellato - il ministro dell'Interno non ce l'ha fatto leggere, lo porta oggi in Consiglio dei ministri per la prima volta". Secca la replica di Salvini: "Se non ce l'ha glielo manderemo tutto a colori - ha tutti gli uffici ce l'hanno e hanno fatto proposte e suggerimenti, c'è anche l'accordo sui rimpatri". Quanto al decreto famiglia non ha dubbi: "Se sono pronto a votarlo? Certo, se ci sono aiuti a mamma e papà sono contento, da padre. 

A me interessano i risultati, ma spero che nessuno rallenti qualcosa che rende l'Italia un paese più sicuro". "Fontana - ha aggiunto il ministro dell'Interno - è ministro della Famiglia e giustamente dice 'la competenza sarebbe mia, io non faccio decreti che intervengono sulla salute perché c'è un altro. A me interessano i risultati".



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento