Ultim'Ora

Politica. Professione Puglia 2020: Una nuova realtà dalla Puglia per il sud. Intervista a Michele Rapaná, Presidente del movimento

Michele Rapanà. (foto com.) ndr.

di Redazione

BARI, 16 AGO. - Soggiornando in una località turistica, non diciamo quale, in questi giorni a cavallo del ferragosto in Puglia abbiamo incontrato casualmente mentre passeggiava per le vie del paese l'avvocato barese Michele Rapanà, nostro grande amico e Presidente del nuovissimo Movimento Politico pugliese Professione Puglia 2020 fondato dallo stesso Michele Rapanà e che vedremo presente tra i nuovi simboli alle prossime Primarie Regionali del 2020 che si terranno in Puglia. Abbiamo approfittato di questo casuale incontro per invitare l'avvocato Rapanà a prendere un caffè con noi accomodandoci in un buon bar del posto e rivolgergli delle domande a proposito del futuro politico che lo aspetta. Abbiamo fatto al Presidente le seguenti domane:

1) Crede che eventuali cambi a livello di Governo possano avere riflessi per la Regione Puglia? 

Le paventate modifiche così repentine della compagine governativa potranno avere delle ripercussioni a livello locale soprattutto in termini di consenso elettorale. L’elettorato in questi giorni assiste sgomento soprattutto alla più che probabile realizzazione di una “coalizione delle poltrone”, composta dalla corrente renziana del PD – M5S, e non potrà non ricordarsi della incoerenza di alcuni politici, che prima si diffamano e poi si amano, uniti dall’interesse personale e non della nazione. Non vorrei essere nei panni del segretario del PD Zingaretti che, in un momento in cui il suo partito attraversa una fase di ricostruzione, deve assistere alle fughe in avanti del solito Renzi, sempre abile a salire sul pulpito, nella spasmodica ricerca di una leadership ormai perduta. 

2) Testiamo la Sua ironia: se dovesse associare il titolo di un film ed una colonna sonora alla attuale situazione politica quale sceglierebbe? 

Stiamo assistendo ad un film horror poco credibile con sottofondo “Comprami” di Viola Valentino. 

3) Da pochi giorni Emiliano ha presentato la nuova lista con il suo logo “Con” , che sarà sostegno del centrosinistra alle prossime elezioni regionali. Il Suo movimento si presenta alternativo solo a questa realtà? 

Emiliano sta facendo il suo percorso politico collocato ovviamente nel centro sinistra e a Noi non interessa giudicare chi è in antitesi con il nostro progetto. Siamo innanzitutto alternativi ad un modo obsoleto di fare politica, ancora presente in molti partiti senza particolari distinzioni. Noi ci proponiamo al servizio della cosa pubblica, cercando di infondere competenza e cognizione di causa nella risoluzione delle svariate questioni che interessano i cittadini e non i politici. 

4) Come si pone Professione Puglia 2020 e quali sono gli obiettivi comuni con gli schieramenti della sua stessa area politica, ovvero il centro destra? 

Senza dubbio rappresentiamo una realtà liberale con una particolare attenzione alle questioni sociali. Anime ideologiche che si completano perché concentrate nel trovare soluzioni tecniche e non effimere ai problemi del nostro territorio. Pur fermamente convinto che il centro destra unito possa vincere, reputo altresì che il sovranismo oggi rappresentato dai partiti di Matteo Salvini e Giorgia Meloni non rappresenti da solo l’intera coalizione, perché manca della necessaria e forse prevalente area moderata e liberale. Il momento difficile che sta attraversando Forza Italia non è un bene per la coalizione ed occorre un soggetto politico nuovo che rappresenti in chiave innovativa l’elettorato liberale. A livello nazionale immagino un movimento che unisca Professione Puglia 2020, gli amici del P.L.I. e le altre realtà civiche esistenti, che parta da un progetto per il Sud dimenticato. A livello regionale auspico che tutti i partiti di centro destra non attendino i diktat provenienti da Roma e vogliano dialogare con le realtà civiche. Posso sbagliarmi, ma credo che l’elettorato di centro destra (quello assente dalle urne ultimamente) attenda questo e posso assicurare che Professione Puglia 2020 si impegnerà per non deludere queste aspettative. 

5) La squadra di Professione Puglia 2020 di cui Lei è Leader e sta con entusiasmo proponendo la sua Candidatura alla Presidenza della Regione sembra composta solo da nuovi volti, pensa di proseguire così nella scelta dei candidati? 

Certamente se parliamo in termini politici, alcuni degli attuali componenti di Professione Puglia 2020 sono volti nuovi. Altri sono personalità importanti che hanno condiviso con me un percorso di militanza partitica, dimostrandosi leali interpreti di un nuovo modo di fare politica, che probabilmente non hanno avuto il giusto supporto e la necessaria visibilità. Visibilità e supporto che sto cercando di dare con l’ausilio del co-fondatore e vice presidente di Professione Puglia 2020 Gaetano Di Terlizzi. La nostra realtà è aperta a chiunque voglia condividere le proprie competenze e conoscenze nella realizzazione di programmi risolutivi per la nostra amata Regione e sia lontano da modalità politiche obsolete.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento