Ultim'Ora

Salute. Il primo trattamento di teledialisi alberghiera in Europa: perché a Gallipoli?

Teledialisi alberghiera (foto web)  ndr.

di Rosario Polizzi

BARI, 6 AGO. - Il progetto nasce dal desiderio del prof. Rosario Polizzi(già presidente del Consiglio del Corso di Laurea in Medicina della Università di Bari)  di valorizzare il presidio ospedaliero di Gallipoli ed inserirlo in un circuito di Alta Formazione Universitaria. In questa ottica il Polizzi in accordo con il prof.Loreto Gesualdo e con il Rettore in carica (prof-Antonio Uricchio) ha proposto al consigliere comunale Vincenzo Piro di immaginare presso questo presidio ospedaliero come sede per Summer e Spring  school e Masters  universitario di secondo livello da realizzare con il supporto della Scuola di Medicina della Università di Bari. A tale progetto ha subito aderito il Sindaco Stefano Minerva che ha dato la piena disponibilità della struttura Ospedaliera  divenendo effettivamente parte attiva del progetto stesso. Nel quadro di questa collaborazione il prof.Polizzi  ha proposto di effettuare la sperimentazione della poltrona per la dialisi domiciliare, in studio presso il centro al prof.Gesualdo,  a Gallipoli ed in particolare poter offrire ai tanti turisti che arrivano a Gallipoli e sono in trattamento dialitico un servizio alberghiero. Si è subito avuto la disponibilità di Attilio Caputo, imprenditore alberghiero, che ha proposto sia l’Hotel Bellavista sia l’Ecoresort Le Sirenè.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento