Ultim'Ora

Foggia in ginocchio. [VIDEO] Nubifragio allaga la città. Molti disagi

Alcuni momenti del nubifragio (foto N. B.) ndr.
di Redazione

FOGGIA, 02 SETT. - Il meteo lo aveva preannunciato. La Protezione Civile aveva lanciato l’Allerta Meteo. Nel pomeriggio appena trascorso, 02 settembre 2019, in Capitanata, con particolare focus Foggia, si è abbattuto un violento nubifragio. La pioggia è iniziata nel primo pomeriggio ma dalle ore 17 ha intensificato al sua azione. Dalle ore 18 Foggia ha iniziato ad allagarsi. Marciapiedi ricoperti d’acqua, scantinati e garage allagati.



Attività commerciali e abitazioni a piano terra allagate. La circolazione stradale ha subito un brusco stop, con autovetture e mezzi vari ritrovatosi in un lago e per tratti in strade come fiumi in piena. Sembrava un’esondazione e invece era pioggia, come testimoniano alcune foto e un video giunto in redazione da un giornalista nostro collaboratore. In molte zone cittadine le strade non erano percorribili e quelle meno allagate hanno costretto gli automobilisti a procede a passo d’uomo. I pedoni si son ritrovati con l’acqua fin sopra le caviglie, con i naturali pericoli, intensificati anche dalle insidiose buche che caratterizzano i manti stradali foggiani. In allerta le Forze dell’ordine che hanno ricevuto decine di chiamate, con un dispiego di pattuglie maggiori del solito. I Vigili del Fuoco erano in continuo transito per aiutare e risolvere situazioni di allagamenti e blocchi stradali. Non è stata una novità che il sottopasso tra Via Scillitani e Viale Fortore è diventato un lago, costringendone la chiusura temporanea. Solo dopo due ore e dopo che la pioggia ha terminato di cadere è ritornata la normalità, ma con danni a negozi, auto, abitazioni.

Alcuni momenti del nubifragio (foto N. B.) ndr.
Il meteo prevede che l’intensa attività metereologica si protrarrà nelle prossime ore. Difatti la Protezione Civile ha diramato un Allerta Arancione che interesserà particolarmente i comuni della provincia, con focus Gargano. I rischi, oltre quelli elencati in precedenza, son quelli legati al dissesto idrogeologico, l’annoso problema che attanaglia coste e alture del Gargano e tutta la fascia del sub Appennino dei Monti Dauni.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento