Ultim'Ora

I Carabinieri arrestano giovane foggiano a Piazza Italia per spaccio di droga e a Margherita di Savoia due zingare per furto d’appartamenti

Arresto (foto CC) ndr.
di Redazione


FOGGIA, 06 OTT. (Com. St.) - Non hanno soste le attività dei Carabinieri del Comando Prov.le di Foggia. Altri due arresti per l’assidua presenza dei militari nelle zone abitate nei centri della Capitanata.

Un paio di notti fa i Carabinieri della Compagnia di Foggia hanno tratto in arresto in flagranza di reato L.L., 21enne del capoluogo, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nel corso di uno dei mirati servizi di controllo del territorio finalizzati alla repressione dei reati in generale, ma anche per il contrasto del fenomeno delle scorribande che vedono, nel centro cittadino e soprattutto in piazza Italia, anche di notte, nugoli di ragazzini vagare in scooter senza meta, al solo fine di arrecare disturbo e provocare liti, i Carabinieri della Stazione di Porta San Severo avevano notato un giovane camminare nei pressi della predetta Piazza con atteggiamento sospetto. I militari avevano pertanto deciso di procedere al controllo del giovane, che fin da subito aveva manifestato evidenti segni di nervosismo, che li aveva ulteriormente allarmati. Dalla conseguente perquisizione i Carabinieri avevano allora rinvenuto addosso al ragazzo diversi cubetti di hashish, oltre a 500 euro in banconote di diverso taglio, probabile provento dell’attività di spaccio. La successiva perquisizione, a questo punto estesa anche a casa, i Carabinieri avevano poi ritrovato all’interno di un paio di scarpe altri 42 grammi dello stesso stupefacente. A seguito degli accertamenti effettuati dal Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti è stato possibile stabilire che dalla sostanza stupefacente sequestrata, stando alle tabelle ministeriali, si sarebbero potute ricavare 330 dosi. Il giovane, su disposizione dell’A.G., è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Mentre a Margherita di Savoia nella tarda mattinata di giovedì scorso i Carabinieri della Stazione di Margherita di Savoia hanno arrestato in flagranza del reato di tentato furto in abitazione due donne, nomadi senza fissa dimora, di 26 e 34 anni. I militari, allertati da alcuni cittadini che avevano notato le due donne accedere con fare sospetto in un condominio di via Barletta a Margherita di Savoia, sono immediatamente intervenuti proprio subito dopo che le due avevano tentato di forzare le porte di ingresso di due abitazioni, con all’interno persone anziane. Una volta bloccate nella palazzina, le due donne sono state trovate in possesso di un grosso cacciavite e di un strumento in plastica verosimilmente utilizzato per agevolare l’apertura delle porte. Entrambe sono state accompagnate negli uffici della Compagnia Carabinieri di Cerignola per gli accertamenti volti alla loro compiuta identificazione. È quindi così emerso che le stesse erano già note alle forze di polizia per analoghe vicende penali. Dichiarate in arresto per tentato furto in abitazione, dopo le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono state associate alla casa circondariale di Foggia in attesa della udienza di convalida dell’arresto. Dagli accertamenti dei Carabinieri è emerso anche che una delle due arrestate, la 34enne, in passato aveva fornito alle forze dell’ordine numerosi diversi alias e che con uno di essi era ricercata da oltre un anno perché destinataria di un ordine di carcerazione, emesso dal Tribunale di Brindisi il 19 novembre 2018, per espiare una pena di addirittura 18 anni, 6 mesi e 20 giorni di reclusione per unificazione di pene concorrenti per reati contro il patrimonio. Il provvedimento è stato eseguito dagli stessi Carabinieri di Margherita di Savoia direttamente in carcere, dove la donna era stata ristretta dopo l’arresto in flagranza. Ancora una volta si è rivelata determinante la collaborazione dei cittadini, che con le loro segnalazioni hanno permesso ai Carabinieri di intervenire tempestivamente e di assicurare alla giustizia le due donne, una delle quali ricercata da tempo.




lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento