Ultim'Ora

Rubava energia elettrica da cinque anni. Noto ristoratore di Monte Sant’Angelo stanato dai locali Carabinieri. Lo Stato c’è ed è in divisa

Carabineri al controllo delle utenze di forniture elettriche (foto web) ndr.
di Redazione
 
MONTE SANT'ANGELO (FG), 13 DIC - fonte: NOC Press
È una storia che a Monte Sant’Angelo ha destato sdegno e, per chi vuole una Monte migliore e ricettiva al turismo, vergogna per un atto che, compiuto da un insospettabile, descrive erroneamente una comunità.

Alcuni giorni fa, a Monte Sant’Angelo, il 61enne titolare di un noto ristorante del posto è stato arrestato perché sorpreso ad alimentare sia il proprio esercizio che anche l'abitazione privata con l'elettricità sottratta alla rete elettrica per mezzo di un ingegnoso allaccio abusivo.
I Carabinieri della Stazione del paese dell'Arcangelo Michele, con a capo il Maresciallo Magg. Michelangelo Dargenio, intervenuti per un normale controllo all'attività, si erano insospettiti quando, avendo fatto staccare il contatore per procedere in sicurezza ad una verifica, avevano notato che sia la luce che gli utensili elettrici continuavano a funzionare, evidentemente alimentati da una diversa fonte di energia. Percorrendo allora a ritroso la derivazione del contatore, anche grazie a particolari strumentazioni tecniche fatte a quel punto portare sul posto, i Carabinieri erano arrivati a scoprire che il ristoratore, molto ingegnosamente, aveva collocato a oltre un metro sotto terra un cavo che, abusivamente collegato a distanza alla rete, ne "succhiava" furtivamente l'energia elettrica, in questo modo riuscendo anche ad eludere eventuali controlli speditivi da parte di Enel - Distribuzione.
L’uomo è quindi stato arrestato con l’accusa di furto aggravato di energia elettrica e, su disposizione dell’A.G., collocato agli arresti domiciliari.
A seguito dell'intervento dei Carabinieri, i tecnici della società di distribuzione hanno poi potuto stimare che il furto continuato poteva aver avuto inizio all'incirca cinque anni addietro, con l'appropriazione di energia elettrica per oltre 85.000 euro di valore, che la società chiederà ora come risarcimento al responsabile.


Come sempre la legalità prevale, nel caso, sulle ingegnose e truffaldine manovre di chi la vuole ingannare, approfittando anche del buon nome creatosi nella comunità. L’autore, ben conosciuto a Monte Sant’Angelo, titolare di un noto ristorante appena fuori il centro abitato, era tra quelli che a gran voce elogiava la legalità e, a secondo dei casi e delle persone, puntava il dito contro ex amministratori elogiandone altri. Ma i cinque anni di furto aggravato di energia elettrica direbbe il contrario contro chi il noto ristoratore inveiva per la loro gestione della Cosa Pubblica. Le solite “lamentele” di chi si veste da moralista senza farsi l’esame di coscienza. Il tipico comportamento di chi vuol parer bello innanzi a amici e conoscenti che tornano utili all’occorrenza e per meri fini propri. Una persona che da oggi sarà etichettata come “chi fregava la corrente elettrica” pur non vivendo di stenti, anzi.. . Monte, come ben sappiamo, ha attraversato momenti bui, spesso colorati dal rosso sangue, e dispiace ricordarlo ma fa bene per far meglio. Ha trascorso mesi di prime pagine sui giornali per vicende giudiziarie mafiose e di condizionamenti, e presunte tali, corroborate da veementi accuse politiche che oggi dimostrano il contrario. E ciò non ha mai scalfito la cultura alla legalità, però minata da comportamenti collettivi spesso avulsi dal contesto che la difende e che nella sua totale pienezza cerca di smuovere coscienze, quelle che dovrebbero anche con delazioni allontanare il velo di omertà e sconfiggere chi la vorrebbe soggetta ad altri poteri. La fortuna, e non è un caso, che a Monte Sant’Angelo lo Stato c’è, rappresentato da persone in divisa che nell’Arma, la Benemerita, hanno riposto la loro mission, perché oltre a doverlo fare, questi militari lo vogliono fare, ci credono, una sottile differenza grande quanto un oceano che fa la differenza.

lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento