Ultim'Ora

The Foggia Group - Una storia straordinaria, presentata da Gli Amici del Museo Civico di Foggia

La locandina (foto in allegato) ndr.
di Redazione

FOGGIA, 09 GEN. (Com. St.) - Carmine de Leo, Presidente dell'associazione Amici del Museo Civico di Foggia, terrà un convegno, martedì 14 gennaio 2020 presso la Biblioteca Provinciale di Foggia, per illustrare aneddoti e storie di Foggia e provincia della Seconda Guerra Mondiale.

Argomento dell’incontro sarà un capitolo quasi sconosciuto della storia locale di Foggia, che  fa parte delle vicende storiche che hanno contrassegnato la nascita dell’aviazione militale degli Stati Uniti d’America.

Infatti, come si ricorda in due volumi scritti da Carmine de Leo, scrittore e giornalista, noto autore di ricerche storiografiche e collaboratore di varie riviste e testate locali, fra cui il quotidiano La Gazzetta del Mezzogiorno, proprio nella città di Foggia, negli anni della prima guerra mondiale circa 400 giovani volontari aspiranti aviatori americani presero il brevetto da pilota presso la locale scuola di volo chiamata Foggia Sud.

Guidò questi primi avieri della nascente aeronautica degli Stati Uniti d’America il maggiore Fiorello La Guardia, figlio di italoamericani, il cui padre musicista era nato a Foggia; La Guardia fu anche più volte deputato al Congresso degli Stati Uniti e sindaco di New York per ben tre mandati

In occasione della pubblicazione dei volumi, alla deposizione di una corona di alloro nella Cattedrale di Foggia davanti ad una lapide che ricorda alcuni avieri volontari U.S.A. deceduti nel corso di voli di addestramento, ha partecipato lo scorso anno il Console Generale U.S.A. per il Sud Italia Mary Ellen Countryman.

Carmine de Leo è stato poi invitato alla festa dell’indipendenza americana il 4 luglio presso la sede del Consolato, occasione in cui è stato onorato dal Console con una medaglia del Dipartimento di Stato Americano ed  ha avuto anche modo di  parlare di questo straordinario pezzo di storia, aggiungendo come, in alcune lettere degli avieri americani ai loro famigliari, sono descritti in maniera entusiasta i cieli della Capitanata e l’azzurro del mare che la circonda, oltre a vie e trattorie della città di Foggia!

Annotazioni che hanno suscitato l’interesse per la nostra città ed il suo territorio di non poche autorità diplomatiche, civili e militari presenti alla cerimonia.

I due volumi di Carmine de Leo, tradotti anche in lingua inglese,  sono ora conservati anche presso la Biblioteca del Congresso USA e quella del Museo Nazionale Aerospaziale USA ed in altre estere, oltre che nelle maggiori biblioteche locali e nazionali italiane.

Nel corso della serata Carmine de Leo illustrerà anche attraverso la proiezione di documenti inediti ed immagini d’epoca la storia di questi giovani aviatori che furono a Foggia nel 1917 e fino all’estate del 1918.


lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento