Ultim'Ora

“Fase Rem”:[VIDEO] il Liceo Volta di Foggia 1° classificato al Concorso Nazionale StudentsLab. Così fa condividere la musica

Fase Rem Foggia (foto in allegato) ndr.
di Redazione

FOGGIA, 12 GIU. (Com. St.) - Ennesimo traguardo raggiunto dal Liceo Scientifico “Alessandro Volta” di Foggia che, grazie agli studenti della classe 3^D si è aggiudicato il primo posto al Concorso Nazionale StudentsLab, confrontandosi con mini aziende provenienti da tutta Italia. Questi talentuosi ragazzi hanno passato le fasi regionali ed hanno partecipato alla competizione Nazionale StudentsLab (modalità web), nella cui giuria vi erano aziende di spicco a livello nazionale e internazionale tra cui  Adecco Italia, Alitech Italia, Human Factory, People Take Care, Scuola Internazionale Comics di Pescara, Smemoranda e Fondazione Sodalitas.
Tutto è iniziato da un progetto nell'ambito dei Pcto, Percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento (ex Alternanza Scuola/Lavoro) durante il quale, seguiti da una trainer di Asse4 StudentsLab, gli studenti hanno cominciato a conoscere la cultura d’impresa, l’etica degli affari e l’autoimprenditorialità  sviluppando, così, importanti competenze trasversali e soft skills.


 

Il progetto StudentsLab, infatti, mira ad orientare i giovani al mondo del lavoro e a stimolare l’autoimpiego, attraverso specifici programmi formativi che prevedono da parte degli studenti coinvolti la realizzazione di una business idea e, quindi, di un business plan. I ragazzi, in tal modo, imparano a lavorare in team e ad applicare, in una vera e propria simulazione d'impresa, le competenze chiave, le attitudini e le inclinazioni personali, nonché le principali skylls richieste dal mondo del lavoro.
Raggiungere questo importante traguardo non è stato facile perché con il lockdown, causato dal Covid-19,  tutte le attività delle scuole erano in serio pericolo, ma la scuola italiana non si arrende mai, neanche di fronte ad una pandemia. Il Liceo Scientifico “Volta” ha creduto in questo progetto e in questa opportunità e ha deciso di far proseguire l'azione formativa in webinar. I ragazzi si sono appassionati alla loro idea, prendendo spunto dalle emozioni che stavano provando in quel periodo: la chiusura, la distanza da amici, parenti, dalla scuola e hanno pensato di costituire la loro impresa, hanno investito su loro stessi e sulla loro azienda dal nome “Fase Rem”.  Hanno pensato a questa reale fase del sonno, la fase rem appunto, così  hanno ideato una piattaforma musicale in cui riversare le proprie emozioni. Perno dell'idea è il concetto di inclusione culturale: persone di ogni età, etnia, cultura, religione convergono su questa app  condividendo musica preferita e podcast.  Così tutto il mondo è unito senza alcuna distinzione, perché la musica annulla tutte le distanze e le differenze. Su questa piattaforma  ci sarà anche la possibilità di pubblicare, da parte di giovani artisti ed autori emergenti, la propria musica per farsi conoscere; in più ci saranno dei giochi musicali in grado di divertire gli utenti di tutte le età.
Inoltre, il progetto di impresa degli studenti prevede la realizzazione di una cuffia targata REM, versione standard e versione personalizzata da vendere esclusivamente online.
Nutrito il gruppo di alunni della 3D che hanno collaborato al progetto: Sofia Bove, Elena Bucci, Claudia Carchia, Giorgia Colecchia, Paolo Di Giorgio, Francesca Farina, Aurora Frisoli , Francesca Frisoli, Marianna Guadagno, Rosanna Imbimbo, Marika Micucci, Marco Oliviero, Valeria Pace, Simona Palmisano, Alice Papa, Valeria Russo, Alice Schiavone, Francesca Sgarro e Marco Tisi .
“Questo risultato - ha commentato il Dirigente Scolastico, Gabriella Grilli -  ci rende orgogliosi  e fiduciosi che questa esperienza abbia lasciato il segno nelle loro vite. Auguriamo a tutte le ragazze e a tutti i ragazzi coinvolti di godersi questa vittoria e di fare tesoro di tutto ciò che hanno appreso durante il percorso formativo”.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento