Ultim'Ora

Da Monte Sant’Angelo “Lettera Aperta” di denuncia anti CoVid-19 "Più autobus per gli studenti. Evitiamo assembramenti"

Uno dei Pullman di linea degli studenti di Monte Sant'Angelo (foto newsGargano) ndr.

di Redazione

MONTE SANT'ANGELO (FG), 08 OTT. - Una “Lettera Aperta” come invito a tutti i genitori a scrivere alle isitituzioni cui è indirizzata la missiva. Una lettera/denuncia indirizzata alla SITA Trasporti Puglia, al servizio trasporti della Regione Puglia, al Sindaco di Monte Sant’Angelo, all’Ente per Provincia di Foggia, quella che un cittadino “Montanaro”, appunto di Monte Sant’Angelo, scritta per denunciare pubblicamente la grave e pericola situazione di affollamento e assembramento che dall’apertura delle scuole si sta verificando a bordo dei mezzi che accompagnano alunni e studenti presso i rispettivi plessi scolastici della Capitanata. Il periodo è particolare, con un’emergenza sanitaria, SARS-CoV-2 o CoVid-19 o Coronavirus… fate un po’ voi come chiamarla, che purtroppo sta seminando morte e con essa paura per genitori sempre col batticuore ogni qual volta i propri figli si recano a scuola.

Più volte, verbalmente ai responsabili delle strutture suddette, anche con post sul social network facebook, Pietro Accarrino, ha sollecitato a una maggiore attenzione, “gridando” a squarciagola che ci vogliono più mezzi per diminuire le persone a bordo, e perciò farle viaggiare in sicurezza e soprattutto a debita distanza, che poi è quella normata dai DPCM del Governo Italiano.

Purtroppo gli interlocutori sembrano far orecchie da mercante e la paura di genitori e figli aumenta. Ma queste persone che devono, e non dovrebbero, intervenire, hanno figli? 
La Prefettura di Foggia, come organo di Stato in terra di Capitanata, ne prenda atto e solleciti gli enti succitati a rispettare norme, leggi e DPCM, come fanno le Autorità competenti e le Forze di polizia con tutti i cittadini.

Di seguito la “Lettera Aperta” di Pietro Accarrino.



«Preso atto della continua evoluzione, purtroppo in senso negativo, dello stato emergenziale riconducibile alla pandemia da Covid 19 e tenuto conto delle disposizioni governative emanate sia a livello centrale sia a livello territoriale per contenere il diffondersi del virus, si è avuto modo di constatare che, spesso, a bordo degli autobus di codesta Spett.le Società vi è la totale mancanza di misure atte a tutelare la salute dei passeggeri.

Nella fattispecie si rappresenta che, specie in concomitanza delle corse destinate agli studenti e ai pendolari sulla tratta Monte Sant'Angelo-Foggia e ritorno, non vengono attuate le misure di prevenzione disposte per legge a partire dal cosiddetto “distanziamento sociale” visto che, oltre all’occupazione della totalità dei posti a sedere, vi sono numerosi viaggiatori in piedi.

Con la presente si vuole sollecitare la Società in indirizzo e gli Enti cui la presente è diretta per conoscenza a prendere i dovuti provvedimenti quali, ad esempio, il potenziamento delle corse in determinate fasce orarie e vigilare per una maggiore attuazione delle misure preventive e contenitive.

In attesa di sollecito riscontro, si porgono distinti saluti».


lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento