Ultim'Ora

Il Rotary Club Foggia e la geopolitica in tempi di Pandemia tra immigrazione, elezioni Usa e l’espansione della Cina

L'Avv. Luigi Miranda Pres. Rotary Club Foggia 2020 (foto in allegato) ndr.

di Redazione

FOGGIA, 26 OTT. (Com. St.) - Continua l’attività del Rotary Club Foggia con un nuovo evento che si svolgerà on line su piattaforma Zoom a causa delle restrizioni in tema di contenimento dei rischi da Covid.  

Nel corso dell'incontro che si terrà giovedì 29 alle ore 19,30 sarà ospite del Club il Generale di Brigata Giuseppe Morabito, facente parte del Direttorio della NATO e che dal 1° novembre sarà chiamato a capo del Dipartimento della Protezione Civile "Roma Capitale". “È un’occasione molto importante dato l’elevatissimo livello del nostro ospite che ci darà senz’altro la possibilità di comprendere tanti scenari della attuale situazione geopolitica in tempi di Pandemia tra immigrazione, elezioni Usa e l’espansione della Cina. Argomenti di grandissima importanza soprattutto in un momento così drammatico come quello che stiamo vivendo per la pandemia da COVID-19. Il Rotary in questo momento deve essere ancor di più propositivo e presente nel tessuto cittadino così duramente provato” così il presidente del Rotary club di Foggia Luigi Miranda.  

Dopo i saluti del Presidente Miranda, l'Alto Ufficiale converserà su questione geopolitiche di grande attualità come le prossime elezioni presidenziali in USA, gli scenari medio-orientali, i rapporti con i paesi dell'Est, la rapida ripresa economica nella Cina post-covid, nonchè riflessioni sul ruolo della Protezione Civile nella gestione emergenziale sanitaria.
La partecipazione è aperta anche ai non soci del Rotary Club, mediante accesso gratuito alla piattaforma Zoom le cui credenziali potranno essere richieste sul profilo Facebbok del Rotary club Foggia . 

Il Gen. Morabito, nato a Roma 61 anni fa, trascorre la parte iniziale della sua carriera presso il Corpo dei Bersaglieri, frequenta con successo il 117° Corso di Stato Maggiore e Superiore di Stato Maggiore presso la Scuola di Guerra dell’Esercito di Civitavecchia ed il 1° Corso Superiore di Stato Maggiore di Interforze presso il Centro Alti studi della Difesa di Roma. Si trasferisce, in seguito, presso lo Stato Maggiore dell’Esercito (1995-1998) ed assume la posizione di Ufficiale addetto alla Sezione Formazione Internazionale. Da febbraio a luglio 1997 prende parte al 90° Senior Course al NATO Defense College. Dal 1998 al 1999 comanda il 17° Reggimento di Fanteria, subito dopo presta servizio come Capo di Stato Maggiore della Brigata Granatieri Sardegna (1999-2003). In questo periodo partecipa a varie missioni all’estero, in particolare in Albania, come Capo di Stato Maggiore del Contingente NATO KFOR-COMMZ (W) (2000) e NHQT - Tirana (2002).
Dopo essere stato promosso Colonnello, comanda la Scuola Sergenti dell'Esercito Italiano di Cassino e, subito dopo, partecipa all’Operazione NATO in Bosnia-Herzegovina, quale Vice Capo di Stato Maggiore per le operazioni di SFOR (Gennaio - Ottobre 2004). 

Il 22 Febbraio 2005 viene nominato Faculty Advisor and Senior Italian Representative presso il NATO Defense College di Roma (NDC). Da Giugno 2008 a Giugno 2012 è Direttore del NDC Field Studies Branch occupandosi dell’organizzazione di tutte le attivita’ all’estero del College della NATO. Dal luglio 2012 al luglio 2016 ha ricoperto la carica di Direttore della Middle East Faculty del NDC. La Facoltà organizza corsi a favore di personale della MENAP Region e il Direttore ha svolto attività di collegamento, studio e ricerca con i tutti i paesi MENAP. 

Si laurea in Scienze Strategiche presso l’Università di Torino (1999). Completa gli studi post-laurea presso la Scuola di Alta Formazione in Affari Istituzionali (S.I.O.I.) di Roma (1991-92), presso la Facoltà di Studi Umanistici dell’Università Cattolica San Tommaso d’Aquino (1999 – 2000). Ha frequentato con successo numerosi master in Affari Internazionali (Scienze Strategiche, Storia del Mediterraneo, Mediterraneo Allargato, Storia dell’Albania). Dal 2007 il Generale Morabito collabora con alcune università italiane come esperto di settore, focalizzando i suoi studi su questioni riguardanti i Balcani e il Medio Oriente; inoltre svolge attività didattica focalizzata sul Medio Oriente presso tutti gli istituti di formazione militare in Italia ed alcuni organizzazioni similari nel Medio Oriente.
Il Generale Morabito intrattiene relazioni di reciproco interesse con Giordania, Israele, Mauritania, Tunisia, Kuwait, Oman ed Emirati Arabi. 

Lasciato il servizio attivo, dal luglio 2016 il Generale Morabito è membro fondatore dell’Institute for Global Security and Defense Affairs (IGSDA), è membro del Collegio dei Direttori della NATO Defense College Foundation (NDCF) e membro dell’Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia (UNUCI).



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento